20.5 C
Torino
giovedì, 18 Luglio 2024

Mobilità per persone disabili, il Comune incontra associazioni e tassisti

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Bernardo Basilici Menini

Gli assessori Marco Giusta, Maria Lapietra e Sonia Schellino hanno incontrato ieri le associazioni di rappresentanza di persone disabili, Handicap e Sviluppo, Fish Piemonte, Ate, Anffas, Unione italiana ciechi e ipovedenti, Apri, Apic, Cp, Apistom, insieme alle cooperative Pronto Taxi e Radio Taxi per discutere dell’importante tema del diritto alla mobilità. E’ stata la prima volta che il Comune ha convocato un tavolo con le rappresentanze dei disabili su questo tema.

L’incontro, raccontano dalla giunta, si è svolto in un clima collaborativo, nonostante la difficoltà di soddisfare tutte le esigenze delle varie parti e dalle istituzioni cittadine sono stati presentati tre provvedimenti: la modifica dei regolamenti vigenti in materia di trasporto di persone disabili via taxi e altri veicoli attrezzati, la modifica di quelli che riguardano l’assegnazione delle riserve di sosta per non penalizzare gli assistenti regolari non conviventi con la persona disabile e la costituzione di un nesso tra finanziamento del servizio ed entrate specifiche.

«Anche la situazione Isee dev’essere considerata per determinare i costi di accesso dal servizio», hanno detto gli assessori, prospettando la creazione di infrastrutture informatiche per poter permettere la fruizione del servizio taxi da più utenti contemporaneamente. Al contempo è stata auspicata la creazione di un tavolo di confronto permanente.

 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano