13 C
Torino
lunedì, 27 Maggio 2024

Ream, Lo Russo e Carretta: “Giudizio politico negativo non cambia, serve guardare a futuro”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Il Partito Democratico commenta la sentenza del processo Ream che condanna Chiara Appendino a sei mesi per falso in atto pubblico. Commenti che non entrano nel dettaglio del fatto giudiziario, ma di quello politico con l’esigenza di guardare al futuro.

“La sentenza di condanna della Sindaca Appendino, dell’Assessore Rolando e dell’ex Capo di Gabinetto Giordana per la vicenda Ream ci rattrista per la Città e per l’immagine di Torino” afferma il capogruppo in Consiglio Comunale Stefano Lo Russo. “Il nostro giudizio negativo sulla qualità e le capacità di questa amministrazione non cambia, è politico, e tale resta”. 

“Rimaniamo convinti – prosegue Lo Russo – che Torino abbia davvero bisogno di una svolta, di un programma di ampio respiro che metta al centro il lavoro e lo sviluppo e di persone realmente qualificate a guidarlo. Occorre quanto prima lasciarsi alle spalle questi anni e avviare una nuova fase per la Città”.

Così anche Mimmo Carretta, segretario metropolitano: “Non ci troveremo davanti a Palazzo Civico a gridare “Onestà, Onestà”. Detto ciò, nulla cambia sul giudizio politico negativo nei confronti dell’amministrazione Appendino. Pensiamo al futuro e a lavorare sodo per lasciarci alle spalle questa esperienza negativa per Torino”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano