11.5 C
Torino
mercoledì, 21 Ottobre 2020

Ream, Lo Russo e Carretta: “Giudizio politico negativo non cambia, serve guardare a futuro”

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Il Partito Democratico commenta la sentenza del processo Ream che condanna Chiara Appendino a sei mesi per falso in atto pubblico. Commenti che non entrano nel dettaglio del fatto giudiziario, ma di quello politico con l’esigenza di guardare al futuro.

“La sentenza di condanna della Sindaca Appendino, dell’Assessore Rolando e dell’ex Capo di Gabinetto Giordana per la vicenda Ream ci rattrista per la Città e per l’immagine di Torino” afferma il capogruppo in Consiglio Comunale Stefano Lo Russo. “Il nostro giudizio negativo sulla qualità e le capacità di questa amministrazione non cambia, è politico, e tale resta”. 

- Advertisement -

“Rimaniamo convinti – prosegue Lo Russo – che Torino abbia davvero bisogno di una svolta, di un programma di ampio respiro che metta al centro il lavoro e lo sviluppo e di persone realmente qualificate a guidarlo. Occorre quanto prima lasciarsi alle spalle questi anni e avviare una nuova fase per la Città”.

- Advertisement -

Così anche Mimmo Carretta, segretario metropolitano: “Non ci troveremo davanti a Palazzo Civico a gridare “Onestà, Onestà”. Detto ciò, nulla cambia sul giudizio politico negativo nei confronti dell’amministrazione Appendino. Pensiamo al futuro e a lavorare sodo per lasciarci alle spalle questa esperienza negativa per Torino”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Palestre e sport dilettantistico contro nuove chiusure: “Categoria soffre crisi invisibile”

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha dato una settimana di tempo alle palestre per “mettersi in regola”, pena la chiusura del...

Covid, stop a movida a Torino dalle 21

Sarà firmata domani dopo un’incontro con le associazioni di categoria l’ordinanza del Comune che ferma la livida nei luoghi di maggior frequentazione....

Didattica a distanza e centri commerciali chiusi nei weekend: Cirio firma nuova ordinanza

Conferma le indiscrezioni della vigilia Alberto Cirio con la nuova ordinanza firmata per evitare il diffondersi del Covid.  Didattica...

Covid in Piemonte sei decessi, oltre mille i contagi da ieri

I casi di persone finora risultate positive al Covid-19 in Piemonte sono 46.319 (+ 1396 rispetto a ieri), di cui 786 (56%) sono asintomatici. 

Covid torna la didattica a distanza. Grimaldi: “La sanità piemontese non ha retto l’urto”

“Più trasporti? Più vigilanza attiva? Tamponi più rapidi? Macché. L'unica soluzione della Giunta per ridurre i contagi è tornare alla didattica a...