11.5 C
Torino
mercoledì, 21 Ottobre 2020

Processo Ream, Appendino condannata per falso in atto pubblico

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

La sindaca Chiara Appendino è stata condannata per falso in atto pubblico relativo al bilancio 2016 nell’ambito dell’inchiesta che la vedeva imputata per il caso Ream. Per la prima cittadina, che aveva a suo carico anche l’accusa di abuso d’ufficio e per il falso del 2017 da cui è però stata assolta, i pm avevano chiesto un anno e due mesi, ma la pena è stata ridotta sei mesi.

L’avvocato Chiappero ha commentato la sentenza: “Avevamo quattro capi di imputazione, tre sono caduti incluso il falso del 2017 perchè il fatto non sussiste, è rimasto quello del 2016 sul quale aspettiamo di leggere le motivazioni. Eravamo fiduciosi da sempre di aver sbagliato ma credendo in quello che faceva e speriamo di poter ribaltare la sentenza in appello”. “Questo non è un fatto penale – ha proseguito l’avvocato – è stato trasferito qui, ma sono questioni tecniche che si potrebbero risolvere in un consiglio comunale. La quantità della condanna dimostra l’irrilevanza di fatto, siamo a minimi storici di pena”.

- Advertisement -

Anche Appendino si è detta soddisfatta della cancellazione di tre capi di accusa: “Rimane in piedi il falso del 2016 ma sono convinta di aver fatto tutto in interesse Ente. Porterò a termine mio mandato da sindaca e come previsto da codice etico mi sospenderò dal Movimento 5 stelle”.

- Advertisement -

Appendino, che ha scelto di essere giudicata con rito abbreviato, si è presentata al Palagiustizia questa mattina poco dopo le 9.30 accompagnata dai suoi legali, gli avvocati Luigi Chiappero e Luigi Giuliano. In aula il giudice per le udienze preliminari Alessandra Pfiffner dopo aver aperto la seduta si è ritirata in camera di consiglio per deliberare. Presente in aula anche l’assessore al Bilancio Sergio Rolando, condannato a sei mesi, mentre l’ex capo di Gabinetto Paolo Giordana, condannato a otto mesi, non ha presenziato all’udienza. Per il direttore finanziario del Comune, Paolo Lubbia, che invece ha scelto il rito ordinario il processo si deve ancora aprire.

L’inchiesta Ream è stata coordinata dai procuratori aggiunti Enrica Gabetta e Marco Gianoglio. Il caso riguarda il debito che il Comune di Torino aveva contratto con Ream, fondo immobiliare di Unicredit, come caparra mai restituita dopo che il progetto di recupero dell’ex Westinghouse era naufragato e gli spazi presi da Esselunga. Secondo quando ricostruito dalle indagini i cinque milioni avrebbero dovuto essere restituiti nel 2016, durante il primo anno di giunta Appendino, ma tale cifra non fu iscritta a bilancio, rinviandone la restituzione agli anni successivi. 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Palestre e sport dilettantistico contro nuove chiusure: “Categoria soffre crisi invisibile”

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha dato una settimana di tempo alle palestre per “mettersi in regola”, pena la chiusura del...

Covid, stop a movida a Torino dalle 21

Sarà firmata domani dopo un’incontro con le associazioni di categoria l’ordinanza del Comune che ferma la livida nei luoghi di maggior frequentazione....

Didattica a distanza e centri commerciali chiusi nei weekend: Cirio firma nuova ordinanza

Conferma le indiscrezioni della vigilia Alberto Cirio con la nuova ordinanza firmata per evitare il diffondersi del Covid.  Didattica...

Covid in Piemonte sei decessi, oltre mille i contagi da ieri

I casi di persone finora risultate positive al Covid-19 in Piemonte sono 46.319 (+ 1396 rispetto a ieri), di cui 786 (56%) sono asintomatici. 

Covid torna la didattica a distanza. Grimaldi: “La sanità piemontese non ha retto l’urto”

“Più trasporti? Più vigilanza attiva? Tamponi più rapidi? Macché. L'unica soluzione della Giunta per ridurre i contagi è tornare alla didattica a...