7.6 C
Torino
venerdì, 24 Maggio 2024

Quanto è importante scegliere un buon veterinario a Torino

Più letti

Nuova Società - sponsor

Chiunque possieda un animale da compagnia sa che deve avere un veterinario di fiducia. Non solo ci aiuterà in occasione di patologie specifiche o piccoli incidenti, ma anche per la cura periodica dell’animale. Non appena il cucciolo arriva a casa è importante portarlo subito dal veterinario, in modo che possa indicarci se gode di ottima salute o se manifesta già qualche problematica. Esistono infatti degli esami diagnostici che consentono di valutare la presenza di virus o di parassiti; cure specifiche o anche azioni preventive si devono svolgere quando l’animale è ancora piccolo e indifeso.

Ogni quanto andare dal veterinario
Durante la prima visita dal veterinario, quest’ultimo ci consiglierà sui passi da effettuare in seguito. Nel caso in cui non si conosca un professionista di questo tipo, online è possibile trovare numerose recensioni per individuare il miglior veterinario a Torino o in qualsiasi altra città vi troviate. Solitamente entro l’anno di età si ricorre alla sterilizzazione, per numerosi animali; questa pratica consente a loro di vivere meglio e di evitare alcune malattie e a noi di non doverci preoccupare per il calore periodico. Ovviamente la sterilizzazione è consigliata solo nel caso in cui non si abbia alcuna intenzione di far riprodurre l’animale. Oltre a tale intervento è bene ricordare che dopo i primi 2-3 mesi di vita è necessario ricorrere ad alcuni vaccini. La scelta degli stessi dipende dal tipo di animale con cui si condivide la casa, così come da come sarà la loro vita quotidiana. Ad esempio, per i gatti alcune vaccinazioni sono consigliate solo nel caso in cui vivano all’aperto, a contatto con animali randagi.

Vaccino e visita annuale
Praticamente tutti i vaccini oggi disponibili per cani e gatti, ma anche per altri animali da compagnia, hanno validità annuale. Alcuni necessitano di ripetere la prima somministrazione, a distanza di circa quattro settimane. Quindi non appena l’animale arriva a casa sarà portato dal veterinario, che gli somministrerà (se l’età è quella giusta) il primo vaccino; forzatamente lo rivedremo entro un mese. In seguito dover ripetere annualmente il vaccino, quindi la visita dal veterinario sarà annuale; in questa occasione il veterinario a Torino e in ogni città pesa l’animale e controlla lo stato di salute generale, con una visita accurata. 

Quando portare l’animale dal veterinario a Torino
Solitamente una singola visita annuale è più che sufficiente per valutare l’eventuale insorgere di patologie gravi o croniche, in modo da intervenire tempestivamente. Può poi capitare di portare l’animale dal veterinario per situazioni contingenti. Nel caso di botte, contusioni o incidenti dovuti a corse e giochi, ci si accorge rapidamente se l’animale necessita di una visita: un animale che zoppica, che ha un arto gonfio o che manifesta una lacerazione della cute deve essere portato dal veterinario. Quando invece si tratta di patologie di altro genere, come ad esempio il mal di denti o un’infezione, è il proprietario a doversi rendere conto dello stato di salute del suo amico a 4 zampe. Tipicamente un animale che non sta bene tende a dormire molto di più, a mangiare poco, a non rispondere alle offerte di cibo o di giochi. Non confondiamo la pigrizia con un cattivo stato di salute; per farlo è sufficiente imparare a conoscere il proprio animale, vivendo con lui quotidianamente.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano