20.9 C
Torino
domenica, 26 Maggio 2024

Quando le slot machine diventano vittime dell’uomo

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

E’ diventato talmente un luogo comune asserire che le slot machine sia il male per eccellenza della nostra società che di fronte alle solite tematiche in cui protagonista è un “ignaro” cittadino che perde denaro alle slot machine, onestamente restiamo indifferenti: in primo luogo perchè non ci interessa agguantare qualche click in più ingrassando notizie che altrimenti avrebbero davvero poco spessore e poi perchè la causa principale delle ludopatie è data da giochi per i quali siamo soliti decantare vincitori e montepremi (vedi Superenalotto e Gratta e Vinci, ndr).

Oggi quell’apparecchio “cattivo” si trasforma in vittima e questo perchè sempre più spesso i criminali da strapazzo vedono questi dispositivi come grandi salvadanai ripieni di denaro, dimenticandosi che possono contenere solo qualche centinaio di euro in monete ed ecco che scattano delle quasi comiche operazioni per svaligiarle.

Questo è accaduto a Torino ben due volte solo negli ultimi 15 giorni e il fenomeno sta diventando preoccupante, anche perchè ladri che intavolano colpi di questo genere spesso si lasciano dietro danni e devastazioni, che tocca poi al gestore del locale vittima dell’azione ripagare e di questi tempi non è che in cassa ci siano soldi da destinare ad interventi straordinari.

Quale è la soluzione a questo tipo di problema? I perbenisti ci metterebbero poco a dire la semplice rimozione delle slot machine, senza pensare come colmare gli spazi vuoti lasciati da questi giochi. C’è invece chi una soluzione originale è riuscito a trovarla e questo accade in Toscana, dove alcune città hanno deciso di iniziare a sostituire le slot machine con dei libri da leggere messi a disposizione degli avventori dei locali, come potete leggere in dettaglio qui sul sito slot-gratis.it

Di certo chi di professione ha scelto di darsi ai piccoli crimini, avrà ben poco interesse verso la cultura con i libri che rimarranno sempre al loro posto e meno vetrine rotte da ripagare.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano