9.3 C
Torino
domenica, 26 Maggio 2024

Psicoterapia tra digitalizzazione e scrittura: Serenis introduce il journaling in app

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Scrivere ha un effetto benefico sulla salute. Lo conferma la scienza attraverso diversi studi, tra cui l’ultima ricerca condotta dall’Università di Cambridge. Questo paper ha dimostrato i significativi vantaggi della scrittura espressiva, che si riflettono sia a livello fisico che mentale, specialmente in contesti di eventi traumatici o situazioni stressanti. La pratica della scrittura può quindi rappresentare un prezioso strumento per il benessere e il recupero personale.

In questo contesto Serenis – piattaforma di benessere mentale – ha deciso di introdurre all’interno della sua applicazione un tool di scrittura: il journaling. I risultati di un’indagine interna, effettuata su un ampio campione di oltre 2.000 pazienti, hanno infatti rivelato che la pratica quotidiana della scrittura espressiva dei pensieri ha dimostrato un notevole impatto positivo sulla salute mentale. In particolare, il 39,4% delle persone che hanno adottato questa pratica ha riportato una significativa riduzione di ansia, stress e disagio mentale in soli 30 giorni. Risultati che sottolineano l’efficacia con cui la scrittura espressiva può migliorare il benessere psicologico in situazioni di difficoltà.

A tal proposito, come afferma Daniele Francescon, il co-founder di Serenis: “Il journaling permette di lavorare su sé stessi non solo una volta a settimana o ogni due, ma tutti i giorni. Ciascun paziente della nostra community è libero di utilizzarlo, se vuole, e di condividerlo con il proprio terapeuta; questo a riprova del fatto che il potenziale del digitale può andare oltre la facilità con cui viene utilizzato un servizio e arrivare ad aumentare l’efficacia e la portati. Attraverso il journaling desideriamo dare alle persone strumenti basati sulle evidenze scientifiche per accompagnarle in un percorso di benessere mentale a 360 gradi”.

Quali sono i benefici del journaling

L’utilizzo di un diario personale e della scrittura espressiva dei propri pensieri va oltre l’immagine tradizionale di un quaderno con un lucchetto. È sì un modo per custodire le proprie riflessioni, ma è diventata anche una pratica utile nella psicoterapia. Quest’attività influenza positivamente il sistema immunitario, la pressione sanguigna e la funzionalità degli organi interni, mentre dal punto di vista mentale può migliorare l’umore e ridurre i sintomi depressivi. Parliamo, dunque, di uno strumento prezioso, utile per monitorare e affrontare le sensazioni personali.

Sempre secondo l’indagine condotta da Serenis, infatti, l’ansia (27%), la frustrazione (26%) e la tristezza (21%) sono le principali sensazioni registrate nel proprio diario personale, mentre idratarsi (58%), dormire almeno 8 ore (35%) e camminare (34%) risultano essere le attività benefiche maggiormente scelte dai membri della community.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano