19.4 C
Torino
mercoledì, 29 Maggio 2024

Primo maggio, Marco Rizzo a Torino: “Il lavoro è dignità, è emancipazione, è ricchezza dell’uomo”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Matteo Mereu
Matteo Mereu
Segue le tematiche del lavoro da diversi anni. Alle spalle ha esperienze professionali da dipendente nella Pubblica Amministrazione, come partita iva poi, ora lavora nel settore privato.


Marco Rizzo, il Partito Comunista ha scelto di tornare a Torino per celebrare il suo Primo Maggio. Qual è il senso di questa data? 

Proprio perché si parla di lavoratori, è necessario fare una riflessione seria: i tempi di lavoro per produrre le cose che ci circondano o i servizi di cui abbiamo bisogno diminuiranno sempre di più grazie all’innovazione tecnologica, all’intelligenza artificiale e al progresso scientifico. Allora ci troviamo di fronte a due situazioni: una è quella che stiamo affrontando, cioè la concentrazione delle ricchezze dovute al lavoro nelle mani della grande finanza; l’altra è quella che vorremmo proporre, cioè una redistribuzione dei tempi di lavoro per tutti, ovvero il raggiungimento della piena occupazione. Con uno slogan a noi caro, direi “lavorare meno, lavorare tutti, vivere meglio.”

Lei si è spesso scagliato in questo ultimo anno contro le grandi aziende del web, da Facebook ad Amazon. Secondo Lei, come condizionano queste aziende le nostre vite e quindi anche della politica?

Questi grandi gruppi monopolistici hanno un potere ed una capacità di incidere nelle nostre vite maggiore addirittura a quello degli Stati. Lo abbiamo visto quando il presidente americano Trump – uno non proprio a noi simpatico – si è visto sospendere l’account di Twitter nel pieno della campagna elettorale. Twitter è più potente del Presidente degli Stati Uniti. Faccio questo esempio per dare un’idea della forza di questi grandi gruppi.

Quali strumenti ci sono, secondo lei, per contrastare questo fenomeno?

Dall’altra parte, rispetto questo concentramento di potere e risorse nelle mani di pochi uomini, c’è la necessità di costruire un mondo dove tutti possano vedersi riconosciuti il diritto al lavoro e alla piena occupazione e dove non venga concesso invece un sussidio per consentirci semplicemente di stare davanti ad una tastiera per comprare cibo di scarsa qualità. Noi vorremmo un mondo diverso, dove il lavoro venga ridistribuito, dove, come ho detto prima, si possa lavorare meno, lavorare tutti e vivere meglio. Questa proposta si chiama Socialismo. Il lavoro è dignità, è emancipazione, è ricchezza dell’uomo. Viva il Primo Maggio!

Ecco il programma del Prima Maggio del Partito Comunista:

PRIMO MAGGIO 2021: 100 ANNI DI LOTTE

Il Partito Comunista, nell’anno del Centenario dalla nascita del Partito Comunista d’Italia, ha scelto Torino come Piazza per tenere il comizio nazionale della Festa dei Lavoratori. Il Primo Maggio comunista avrà luogo presso i Giardini Sospello, in via Casteldelfino 79 a Torino, storico quartiere operaio.

Torino, per la sua storia di lotte dei lavoratori, rimane la capitale del Lavoro, nonostante la crisi e le difficoltà di questi anni. Il Partito Comunista ha deciso di dedicare questo Primo Maggio all’unione delle lotte dei lavoratori dipendenti come dei lavoratori autonomi, contro il modello imperante neoliberista, che sostituisce al posto dei diritti sociali i diritti civili, generando guerre tra gli ultimi”

Sul palco del comizio interverranno lavoratrici e lavoratori di diversi settori e le conclusioni saranno affidate a:
Matteo Mereu, Segretario Regionale del PC Piemonte;
Giusi Greta Di Cristina, candidata Sindaco a Torino;

Chiuderà Marco Rizzo, Segretario Generale del Partito Comunista.
A seguire verrà inaugurata la nuova sede del PC in Via Chiesa della Salute 132

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano