14.2 C
Torino
sabato, 18 Maggio 2024

Tra i primi punti del programma elettorale Pd c'è il salario minimo. Laus: “Orgoglioso per una proposta partita dal Piemonte”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

L’annuncio fatto dal palco del Lingotto, durante la convention degli amministratori locali Pd, dal segretario del Partito Democratico Matteo Renzi sul salario minimo viene accolto con soddisfazione dal presidente del consiglio regionale del Piemonte Mauro Laus.
Renzi ha spiegato che «mercoledì la direzione del partito indicherà cento cose che abbiamo fatto e le cento che dobbiamo fare» e che la «numero uno sarà il lavoro, partendo anche dalla proposta del avanzata nel marzo 2017 al Lingotto del salario minimo orario che è proposta di equità e giustizia».
Soddisfazione, dicevamo, da parte di Laus: «Non può che inorgoglirmi quanto annunciato dal segretario Renzi sul fatto che il lavoro e in particolare l’istituzione di un salario minimo legale rappresentino il punto centrale nel programma Pd per questa imminente campagna elettorale». «Una proposta che davvero, come ricordato da Renzi, è partita da qui, dal Piemonte e che sto conducendo in prima persona da diverso tempo», aggiunge il presidente del consiglio regionale.
«A differenza di quanti promettono e non sanno di cosa parlano ho sempre ribadito e tradotto in una proposta di legge al parlamento la necessità di fissare una soglia minima sotto la quale i salari non debbono più scendere», conclude Mauro Laus.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano