16 C
Torino
lunedì, 20 Maggio 2024

Portas (Moderati): “Dire no al Tav significa non saper guardare al futuro”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Anche la Lista Civica dei Moderati si schiera a favore dal mondo produttivo torinese che vuole il Tav contro l’ordine del giorno del Movimento 5 stelle per chiedere al governo lo stop dei lavori per la Torino-Lione.
Per il segretario dei Moderati Giacomo Portas il Tav è «un’opera strategica per Torino e per il Piemonte. È per noi naturale, quindi, schierarci al fianco delle nove associazioni di industriali, di artigiani, di commercianti e di aziende edili di Torino che oggi si ritroveranno sotto il Comune per far sentire la propria voce».
«La trasversalità della preoccupazione nei confronti dell’atteggiamento oscurantista della giunta cinque stelle è il segnale di quanto la misura sia colma: le persone hanno ormai paura di una Torino isolata e arretrata» ha proseguito Portas definendo quella voluta dai Cinque Stelle una«decrescita infelice».
«I Moderati sostengono da sempre, ad ogni livello istituzionale, l’importanza delle politiche a favore dello sviluppo. Il Governo di una Città, di una Regione e di un Paese necessitano di lungimiranza e di capacità di guardare al futuro, per i nostri figli e i nostri nipoti. Noi vogliamo costruire questo futuro, i Cinque Stelle pensano solo al proprio presente»conclude Portas.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano