11.1 C
Torino
giovedì, 23 Maggio 2024

Per “l’ora della Terra” Mole e ponti si spengono

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Sabato prossimo 26 marzo per un’ora, dalle 20.30 alle 21.30, le luci della Mole Antonelliana e dei ponti sul fiume Po resteranno spente.  Torino, insieme a migliaia ad altre città in tutto il mondo che alla stessa ora oscureranno i propri monumenti, ha deciso di aderire all’ “Earth Hour”.

Earth Hour, l’Ora della Terra – che nel 2021 ha coinvolto oltre 3 miliardi e mezzo di persone in 192 Paesi – è la grande mobilitazione globale del WWF che, partendo dal gesto simbolico di spegnere le luci per un’ora, unisce cittadini, istituzioni e imprese in una comune volontà di dare al mondo un futuro più sicuro, giusto e sostenibile e vincere la sfida del cambiamento climatico.

“Già impegnati come Città in varie iniziative e misure per la riduzione delle emissioni climalteranti – tra le quali la recente candidatura nell’ambito della call 100 Climate Neutral Cities by 2030 – abbiamo ritenuto doveroso e importante aderire”, sottolinea l’assessora Chiara Foglietta.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano