13.6 C
Torino
lunedì, 27 Maggio 2024

Per l'assessore Tedesco Uber “E' illegale”. Ricca, Lega: “Ora Lupi intervenga”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

UberPop, il servizio di taxi privato è illegale. È questa la risposta dell’assessore alle Polizia municipale di Torino, Giuliana Tedesco, che oggi ha risposto alle question time della Lega Nord e Fratelli d’Italia, seguendo la linea del ministro dei Trasporti Maurizio Lupi. La tedesco come ha sottolineato più volte in Sala Rossa però, ha poi spiegato che i Comuni possono solo attenersi alle leggi vigenti. I primi a muoversi devono essere magistratura e il governo.
«Il Ministro Lupi ulula, la Giunta Fassino balbetta e multa col contagocce, ma Renzi sta preparando un siluro alla categoria dei taxisti per omaggiare le multinazionali del trasporto privato come Uber alla faccia della legge sulle licenze?» ha risposto Marrone in aula che da tempo, al fianco della Lega e altri colleghi dell’opposizione (e non solo), chiede azioni più forti da parte dell’amministrazione comunale nei confronti del servizio Uber Pop, ovvero agli autisti privati che fanno concorrenza ai taxi con regolare permesso.
«Basta chiacchiere – ha aggiunti Marrtone – Questa continua legittimazione di Uber da parte del centrosinistra lascia presagire il peggio sul testo di legge preparato dal Governo».
«Il Pd renziano prepara la riproposizione delle finte liberalizzazioni di Bersani in spregio delle licenze? Se è così – promette il consigliere – saremo sulle barricate a fianco dei taxisti a partire dal fermo nazionale del 17 febbraio prossimo».«L’assessore alla Polizia Municipale di ‪Torino‬ conferma che ‪Uber‬ è illegale. Ora allora ‪Fassino‬ come presidente dell’‪Anci‬ vada dal Ministro ‪‎Lupi‬ e lo faccia oscurare! Vogliamo legalità». Chiosa invece Fabrizio Ricca capogruppo in Comune della Lega Nord.
Non troppo diversa l’opinione di Vittorio Bertola capogruppo del Movimento Cinque Stelle a Palazzo di Città: «Parlando di Uber, uno può farsi tutti i ragionamenti che vuole sull’innovazione, la concorrenza e il mondo in cui gli piacerebbe vivere. Poi però basta aprire la legge 21 del 15 gennaio 1992 e leggere l’articolo 1, e non si può che concludere che UberPop attualmente in Italia è illegale, in quanto gli unici “autoservizi pubblici non di linea” previsti dalla legge sono i taxi e gli NCC, per cui non Uber B.V., -sottolinea Bertola – ma chi guida una macchina offrendo un servizio del genere senza avere o la licenza di tassista o l’autorizzazione di Ncc è certamente fuori da quanto prescritto dalla legge» conclude il consigliere.
Nel pomeriggio poi il sindaco di Torino Piero Fassino, ha poi incontrato gli autisti Uber, gli Ncc e i taxisti che chiedono un’ordinanza per bloccare Uber e hanno già annunciato uno sciopero di 24 ore per il 17 febbraio.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano