9.6 C
Torino
domenica, 19 Maggio 2024

Pentenero: “Nessuna proposta per acquisire il marchio De Tomaso”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

«La situazione relativa alla vicenda Romi-Sandretto è significativamente diversa da quella della De Tomaso». È questo il commento dell’assessore al Lavoro della Regione Piemonte, Gianna Pentenero, che ha risposto a un’interrogazione in cui veniva chiesto perché la Regione non potesse acquisire il marchio della De Tomaso, così come era avvenuto per la Romi-Sandretto.
«In entrambi i casi – ha detto la Pentenero – si tratta di marchi storici che vanno salvaguardati».
Poi ha precisato che, nel caso della Romi-Sandretto, la Regione «ha acquisito il marchio a titolo non oneroso, in una operazione di mero supporto e garanzia, finalizzato al mantenimento di una attività produttiva in essere in Piemonte».
Differente il caso della De Tomaso, in cui, invece, «l’azienda è fallita e da lungo tempo non vi è più alcuna attività produttiva». Nonostante questo la Procura, ha spiegato ancora l’assessore Pentenero «ha interesse a una cessione onerosa del marchio per far fronte alle passività del fallimento e per garantire la salvaguardia dei lavoratori. Inoltre, al momento non si è, purtroppo, manifestata alcuna concreta proposta di acquisizione dello stesso. Le evidenti differenze fra le due situazioni rendono in questo momento impossibile l’acquisizione da parte della Regione del marchio De Tomaso. Tuttavia la strategia già adottata dalla scorsa amministrazione di tutela dei marchi storici delle imprese piemontesi e italiane merita di essere proseguita qualora ci siano le corrette condizioni».
«Per quanto riguarda invece – ha concluso Pentenero – la possibilità che alcuni ex dipendenti vogliano unirsi in cooperativa per acquisire il marchio, questa sarebbe tenuta in considerazione e potremmo accompagnarla con tutti gli strumenti che la Regione ha a disposizione. Ad oggi, però, non abbiamo ancora avuto una manifestazione di interesse in questo senso».
 
 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano