19 C
Torino
martedì, 21 Maggio 2024

Oltre le mimose, una volta tanto

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Ecco una minima, e non esaustiva, lista di piccoli rivoluzionari stravolgimenti di pensiero che uomini ma anche donne (madri, figlie, sorelle, cognate ecc.) dovrebbero usare nei confronti delle donne:
 

  • non giudicarmi, fin da bambina, se non mi vesto di rosa, mi siedo scomposta, non mi piacciono le bambole, voglio tenere i capelli corti
  • non dare per scontato che io voglia sposarmi e avere dei figli e che voglia farlo quando secondo te è giusto, ognuno ha i suoi tempi e chi meglio di me può dirti quali sono i miei?
  • non pensare che essere femmina significhi non fare la cacca, non avere attrazione puramente sessuale, non poter cambiare partner quando e come si vuole
  • non pretendere che io stia nei tuoi limiti quando non voglio starci, perchè non sono tenuta a stare zitta per evitare di mettere in evidenza i tuoi limiti
  • non usare le mani o l’aggressività se non sai rispondere con le parole, non c’è scusa per questo atteggiamento
  • non credere che io sappia tutto di moda e di trucchi e niente di calcio, potrebbe essere l’inverso e sarebbe comunque interessante
  • non sentirti obbligato ad aprirmi la portiera della macchina o a regalarmi dei fiori, sentiti obbligato a sostenere le mie aspirazioni, anche quando sono diverse dalle tue o da quelle che vorresti per me
  • non fare del mio corpo una trappola all’interno della quale rinchiudermi, non giudicare i fianchi che si allargano e io non giudicherò la calvizie prematura, non giudicare il mio seno piccolo e io non giudicherò la tua virilità. Oppure fallo, ma consentimi di scherzare con i tuoi difetti tanto quanto tu scherzi con i miei.
  • Non chiedermi di essere Belen e io non ti chiederò di essere Argentero, mi pare convenga a tutti e due
  • Non chiedeteci di essere Madre Teresa di Calcutta e noi non vi chiederemo di essere Gandhi, anche questo, conviene a tutti.

Scritto da Ludovica Cioria
Sam Manns

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano