16.8 C
Torino
mercoledì, 29 Maggio 2024

'Ndrangheta in Piemonte: nuovi arresti

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Sono sedici gli ordini di carcerazione che i carabinieri stanno eseguendo tra Torino, Reggio Calabria nell’ambito di un filone del processo Minotauro, dopo che la Cassazione lunedì scorso ha confermato le condanne per cinquanta imputati. I sedici devono scontare pene residue che vanno dai quattro mesi agli otto anni. La tranche del processo, la prima ad approdare in Cassazione, riguarda gli imputati che avevano scelto il rito abbreviato, mentre è in corso il processo d’Appello per il filone principale.
Le condanne definitive sono arrivate dopo che il 30 gennaio scorso il procuratore generale ne aveva chiesto l’annullamento per un difetto di motivazione. Dopo otto ore di camera di consiglio, la Corte presieduta da Antonio Esposito ha rigettato la richiesta, salvo disporre un nuovo processo d’Appello per due casi di assoluzione. È la prima volta che una sentenza definitiva mette nero su bianco la presenza della ‘Ndrangheta in Piemonte.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano