15 C
Torino
martedì, 4 Agosto 2020

‘Ndrangheta, al via il processo per Roberto Rosso. L’ex assessore “troppo provato per stare in aula”

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuovasocietà. Caporedattore dal 2017. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano.

Si è aperto oggi il processo Fenice, nell’aula bunker del carcere Le Vallette, relativo alla presenza della ‘ndrangheta nella zona di Carmagnola, per cui sono indagate una ventina di persone tra cui l’ex assessore regionale Roberto Rosso, accusato di voto di scambio e finito in carcere lo scorso dicembre, da cui è uscito, per i domiciliari, solo da una settimana. 

A tenere banco a inizio seduta in realtà un disguido tecnico, in quando mancava il collegamento video dall’aula era stato predisposto con il Palagiustizia e non con il carcere. “Avevamo avvertito tutti correttamente ma purtroppo siamo in Italia” è stato il commento del presidente del collegio giudicante Alberto Giannone. Ripristinato il collegamento si è potuto procedere con l’udienza a cui però Rosso era assente. 

- Advertisement -

Come ha spiegato il legale del politico, l’avvocato Giorgio Piazzese, “non è per mancanza di rispetto: sapeva che non sarebbe stata un’udienza decisiva. Fra l’altro è ancora molto provato dai sei mesi di custodia cautelare e dovrà essere sottoposto a controlli medici”.

- Advertisement -

Intanto, il giudice ha respinto la richiesta degli avvocati della difesa di celebrare il processo a porte chiuse: “le dimensioni dell’aula sono tali da garantire un adeguato distanziamento sociale”. 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Prefettura e Regione fermano nuovi arrivi di migranti in Piemonte

Non ci saranno altri arrivi di migranti in Piemonte. È questo il risultato dell'esito dell'incontro in Prefettura tra il prefetto di Torino...

Concorso per dirigenti del Comune di Torino: candidati denunciano errori nella procedura

A seguito della pubblicazione da parte del nostro giornale dell’articolo sulla prima fase del concorso per dirigenti del Comune di Torino sono...

Coronavirus: Piemonte +15 positivi e nessun decesso

Sono 15 le nuove positività al Coronavirus registrate oggi in Piemonte. Sei sono asintomatiche. Tre dei casi sono importati. E' quanto si...

La guerra del retino. “Se non fermi tuo figlio hai meno neuroni del granchietto che ha messo nel secchiello”

“Vuoi insegnare a tuo figlio che non è normale e non è un gioco far morire in un secchiello un granchietto dopo...

Concorso per dirigenti Comune di Torino: su 700 candidati solo 36 passano. Polemiche in vista

Sono passati dieci anni dall’ultimo concorso per dirigenti bandito dal Comune di Torino, era infatti il 9 giugno 2010, concorso annullato dal...