17.2 C
Torino
sabato, 13 Agosto 2022

Movida, i Radicali propongono il “sindaco della notte”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Un sindaco per controllare e gestire la movida a Torino. È la proposta di Silvio Viale capogruppo della Lista Civica per Torino che ha presentato una proposta di deliberazione consiliare per “l’istituzione di una figura di coordinamento sul modello del sindaco della notte” invitando nel frattempo a trovare “un punto di riferimento unico, che in questo momento può essere individuato in un assessore”. 
“In Italia e all’estero – dice Viale – ci sono già diversi esempi di una figura di riferimento per tutte le questioni notturne e soprattutto per il conflitto fra attività ludiche e residenti. Dal momento che non è facile istituire da subito il sindaco della notte si può immediatamente partire individuando un assessore che si occupi prettamente di movida”. 

La proposta del sindaco della notte, ricorda il presidente di Radicali Italiani, Igor Boni, è stata avanzata dai Radicali in tutte le grandi città. “Da qualche mese – conclude Viale – abbiamo iniziato una raccolta firme, ad oggi circa 300, ma visto che il dibattito è esploso abbiamo deciso di bruciare i tempi e iniziare a presentare la delibera in Comune comune mentre prosegue raccolta firme per delibera di iniziativa popolare”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano