18 C
Torino
venerdì, 29 Maggio 2020

Moderati, Portas non darà la fiducia al governo M5s-Pd

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...
Andrea Doi
Andrea Doi
Giornalista dal 1997. Ha iniziato nel '93 al quotidiano La Nuova Sardegna. Ha lavorato per Il Manifesto, Torino Sera, La Stampa. Tra le sue collaborazioni: Luna Nuova, Il Risveglio del Canavese, Il Venerdì di Repubblica, Huffington Post, Avvenimenti e Left. Dal 2007 a Nuova Società, di cui è il direttore dal 2017.

I Moderati non voteranno la fiducia al governo Conte bis targato Movimento Cinque Stelle-Partito Democratico. Lo annuncia lo stesso leader dei Moderati, Giacomo Portas, attraverso una nota: «Oggi non voterò la fiducia al governo Conte bis. Avrei votato contro ma, per rispetto nei confronti di alcune persone e di alcuni ministri che conosco e stimo, non parteciperò alla votazione».

«Non giudico le scelte del Pd, ma non le condivido. Non posso dare credito a Conte, a Di Maio e a il neo ministro Pisano, i quali hanno dimostrato la loro incapacità», aggiunge Portas.

- Advertisement -

«Da domani deciderò cosa fare, e voterò solo provvedimenti che siano a sostegno degli Italiani. Basta con riforme folli, come quella sulla giustizia, o decreti crescita di chi dal balcone di palazzo Chigi annunciava di aver abolito per decreto la crisi e la povertà», conclude Portas.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Inchiesta Teatro Regio, Foglietta (PD): “Appendino riferisca in aula”. Carretta: “Restiamo garantisti”

Il Partito Democratico in consiglio comunale a Torino ha fatto richiesta di comunicazioni in Sala Rossa su quanto sta emergendo sull'inchiesta "Spartito"...

Inchiesta Teatro Regio, Schwarz: “Chiarezza al più presto”. Leon: “Non ne sapevo nulla”

Sebastian Schwarz, attuale Sovrintendente e Direttore artistico del Teatro Regio Torino commenta la notizia dell'inchiesta giudiziaria che ha travolto la Fondazione: "Do...

L’ultimatum di Gl Events per non lasciare Torino: “Comune e Regione acquistino il Lingotto”

Il futuro torinese di Gl Events dipenderà della istituzioni. Lo dice senza mezzi termini il gruppo francese che da 12 anni si...

Alloggi sfitti dagli studenti: crisi anche a settembre

In commissione consiliare emergenza abitativa a Torino si parla della situazione degli alloggi lasciati sfitti dagli studenti universitari fuorisede, visto l'emergenza Coronavirus...

Teatro Regio: corruzione e turbativa d’asta. Indagato Graziosi

Da questa mattina 28 maggio sono in corso le perquisizioni della Guardia di Finanza in relazione ad un'inchiesta sulla gestione del Teatro...