15.1 C
Torino
mercoledì, 29 Giugno 2022

Mino Giachino: “Bene i grandi eventi, ma meglio puntare sulla Tav”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Meno grandi eventi e più Tav. E’ l’opinione di Mino Giachino, leader di Si Tav, Si lavoro che si mostra poco impressionato da Eurovision e Salone del Libro. 
“Bene gli eventi di questi giorni, ma per rilanciare economia e lavoro occorrono scelte più importanti come la gestione dei fondi per l’automotive, l’accelerazione della Tav e della Linea 2 della Metropolitana, e il Centro per l’Intelligenza Artificiale”. 
“Se guardiamo il mondo dall’Eurovillage o dal Salone del Libro – ha detto Giachino – Torino è una città bellissima, ma se guardiamo Torino dai quartieri della periferia i primi problemi sono il lavoro e la sicurezza. Gli eventi hanno dato sicuramente una boccata d’ossigeno al settore turistico e alberghiero ma il declino economico è proseguito anche a otto mesi dall’insediamento della nuova amministrazione comunale”.
“Per rilanciare economia e lavoro – ha rimarcato – saranno più importanti i fondi per il settore automotive che abbiamo ottenuto dal Governo. Comune, Regione, associazioni industriali, sindacati e Politecnico aprano la discussione col ministro Giancarlo Giorgetti per discutere come usare quei fondi per difendere le aziende dell’indotto. Si accelerino i lavori in grave ritardo della Tav, perché con il completamento dell’opera raddoppierebbero gli arrivi di turisti e studenti, e anche le procedure per la Linea 2 della Metro e per il Centro della Intelligenza Artificiale”. 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano