19.4 C
Torino
mercoledì, 29 Maggio 2024

Minacce a un giornalista de “La Stampa”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Una sorta di grande fratello. Un occhio gigante puntato sulla vita del giornalista del quotidiano torinese “La Stampa”, Massimo Numa.
Due anni e mezzo di riprese. È questo il contenuto di un video speditogli via email alcuni giorni fa. All’interno fotogrammi in cui si legge il suo indirizzo, il suo numero di telefono, le targhe delle sue auto e di quelle della moglie.
Falce e martello firmano il girato indirizzato al cronista, a cui a ottobre era stato indirizzato un ordigno esplosivo all’interno di un hard disk.
Sull’accaduto sta indagando la Procura di Torino.
Al Palagiustizia del capoluogo piemontese i magistrati lavorano ininterrottamente, sui fatti legati al Tav.
Infatti nel registro degli indagati per minacce, ci è finito l’autore 68enne della Val di Susa, che si cela sotto lo pseudonimo di Oscar Wolff, di un post su Facebook che augurava di morire a Gemma Amprino e Renzo Pinard, rispettivamente sindaci di Susa e di Chiomonte, per le loro posizioni pro Tav.
L’uomo è già stato ascoltato dai pubblici ministeri Andrea Padalino e Antonio Rinaudo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 
 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano