15.4 C
Torino
domenica, 26 Settembre 2021

Migranti, occupata ex dogana di Claviere

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Italiani e francesi No boarder, tutti appartenenti all’area anarchica, hanno rioccupato questa mattina l’edificio dell’ex dogana di Claviere, in alta Valle di Susa al confine con la Francia. “Dogana occupata, frontiera spaccata”, si legge sullo striscione appeso sulla facciata e firmato con la A cerchiata di anarchia.
“Questo luogo che rappresentava il controllo e la repressione della frontiera, il libero flusso di merci e turisti, diventa un rifugio autogestito, uno spazio di organizzazione politica e solidarietà diretta, libero e aperto a tutti”, rivendicano in un comunicato gli anarchici, che nel novembre 2018 e nel marzo 2021 sono stati sgomberati dalla parrocchia di Claviere e della Casa Cantoniera di Oulx.
“In seguito all’ultimo sgombero – dicono – siamo tornati a Clavière in presidio permanente, perché è qui che le persone in transito vengono ostacolate nel proprio viaggio. Nonostante i continui respingimenti a Monginevro, il flusso di persone non si arresta”. 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor
per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione
- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano

Nuova Società - sponsor