16.8 C
Torino
mercoledì, 22 Maggio 2024

Michele Curto, Sel: “I tagli alle cooperative di tipo b sono uno sgorbio tutto italiano”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

«La vicenda dei bidelli è emblematica: nella retorica del taglio della spesa pubblica si usa il principio Consip (società per azioni del Ministero dell’Economia e delle Finanze che svolge attività di consulenza, assistenza e supporto delle amministrazioni pubbliche ndr) per rivedere l’appalto al ribasso del 33%, risultato migliaia di lavoratori disoccupati o con i redditi ridotti all’osso, scuole sporche, e nuovi costi sociali e economici per la pubblica amministrazione». Sono queste le parole del consigliere di Sel in Comune, Michele Curto, in merito alla protesta dei lavoratori delle cooperative di tipo b che si occupano della pulizia e della sorveglianza nelle scuole, che da giorni si sta svolgendo sotto le mura di Palazzo di Città.
«Infatti trattandosi di cooperative di tipo B molti sono casi svantaggiati che ricadranno sul welfare», spiega Curto. «Uno sgorbio tutto italiano, responsabilità del governo Letta e di chi lo ha sostenuto. Ora gli stessi, che oggi sostengono il governo Renzi, intervengano o si assumano le loro responsabilità», conclude l’esponente di Sel.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano