15.3 C
Torino
martedì, 28 Maggio 2024

Mercatone Uno, a Torino depositato ordine del giorno a sostengo dei lavoratori

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Dopo l’incontro tra una delegazione di lavoratrici e i capigruppo della Sala Rossa, sulla vicenda del Mercatone Uno è stato depositato un ordine del giorno del consiglio comunale di Torino. Tra i primi firmatari Cino  il presidente e il vice presidente della Sala Rossa Francesco Sicari, del Movimento Cinque Stelle e Enzo Lavolta, del Partito Democratico.

L’ordine del giorno chiede un impegno dell’amministrazione in tutela dei lavoratori ed è stato sottoscritto da quasi tutti i consiglieri.

In particolare viene chiesto al Comune «nel riaffermare con forza la propria attenzione prioritaria ai temi di politica industriale, esprima la reale preoccupazione per il destino delle lavoratrici e dei lavoratori e delle loro famiglie, nonché per i fornitori e tutti coloro che a vario titolo sono danneggiati da questa pasticciata gestione».

La sindaca Chiara Appendino e la giunta vengono invitati «a farsi promotori verso il Governo affinché sia garantita, e soprattutto in tempi celeri, la cassa integrazione straordinaria ai circa 1800 lavoratori auspicando che tutte le forze politiche facciano sentire il proprio sostegno, con l’obiettivo di attivare e rendere disponibili nell’immediato le misure di ammortizzatori sociali necessarie e di giungere a elaborare un piano di reindustrializzazione».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano