10.9 C
Torino
giovedì, 23 Maggio 2024

M5s, Sganga attacca il FUAN e Sciretti dopo gli scontri con gli antifascisti: “Fuori dall’Università”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Valentina Sganga, capogruppo del Movimento Cinque Stelle, ritorna sugli incidenti avvenuti al Campus Einaudi tra collettivi studenteschi antifascisti e il Fuan, organizzazione giovanile vicino a Fratelli d’Italia. Sganga non fa sconti: «Chi, come il Fuan, attacca l’Anpi e quanto rappresenta non può avere spazio negli atenei e lo stesso vale per chi sfrutta episodi di cronaca per fare campagna elettorale sulla pelle degli studenti, come il presidente Edisu Sciretti. Antisemitismo e razzismo si combattono anche con i fatti e non sostenendo politiche discriminatorie e fasciste». Sganga fa riferimento oltre agli scontri della scorsa settimana anche alla proposta Sciretti di sospendere le borse di studio agli studenti arrestati e denunciati.

Poi la capogruppo M5S ricorda la manifestazione contro l’antisemitismo in programma questa sera alle 18 davanti a Palazzo Civico. «Una manifestazione ufficiale – spiega – che però ribadisce da che parte stanno i torinesi e le sue istituzioni. A convocarla ci sono tutti i gruppi del Consiglio comunale, compreso quello MoVimento Cinque Stelle Torino, ma hanno aderito anche l’Università e altre importanti realtà di Torino. Questo – aggiunge – dev’essere un momento per ribadire che i valori dell’antifascismo non sono negoziabili, che se siamo seduti in un Consiglio comunale eletto democraticamente è perché qualcuno ha combattuto per liberarci dal nazifascismo».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano