8.5 C
Torino
sabato, 25 Maggio 2024

M5s, esposto contro Virano e la Tav alla Corte dei Conti

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Un esposto alla Corte dei Conti contro la Tav. A presentarlo il Movimento 5 Stelle che vuole vederci chiaro sull’operato del presidente dell’Osservatorio sulla Torino-Lione. «Si tratta di capire se Virano ha fornito informazioni corrette sui costi e sulla situazione dei lavori o se si è invece schierato tout court per la Tav» hanno spiegato in conferenza stampa il senatore Marco Scibona e il consigliere del Piemonte Francesca Frediani, assieme al presidente di Pro Natura Mario Cavargna.
«Per quali motivi il commissario di governo non ha mai informato i politici del crollo dei traffici merci sulla tratta Torino-Lione? E’ credibile che le sole Italia e Francia percepiscano per questo progetto il 50% di tutti i fondi disponibili?» sono tra le domande che i grillini si pongono nell’esposto presentato. «Siamo sicuri che queste affermazioni non abbiano indotto i politici a scelte che altrimenti non avrebbero attuato?» si legge ancora nel testo in cui si precisa come «Governo e Parlamento stanno prendendo decisioni sulla Tav che avranno un impatto devastante sulla finanza pubblica. Ogni scelta errata sarà un macigno sulle spalle dei cittadini».
Intanto proprio oggi i sindaci No Tav della bassa Valle di Susa hanno scritto al presidente della Repubblica Sergio Mattarella chiedendo un incontro. Ad annunciarlo in primo cittadino di Susa Sandro Plano.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano