17.2 C
Torino
sabato, 13 Agosto 2022

L’ok del ministro della Salute per coltivare cannabis terapeutica a Torino

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

La città di Torino potrebbe diventare uno dei più grandi poli di cannabis terapeutica d’Italia. A darne notizia è lo stesso ministro della Salute Giulia Grillo dopo averne parlato con la sindaca Chiara Appendino.

In effetti già lo scorso maggio la Sala Rossa aveva votato votato favorevolmente a una mozione del consigliere del Movimento Cinque Stelle Federico Mensio che impegnava la giunta a mettere a disposizione i terreni coltivabili di proprietà della città per la marijuana terapeutica.

Appello che il ministro Grillo non si è lasciata sfuggire anche perché ha più volte spiegato come le coltivazioni fino ad oggi utilizzate non siano sufficienti a coprire la richiesta dei pazienti tanto che il ministero stava appunto valutando l’ipotesi di indire un bando per una collaborazione pubblico-privato per estendere le aree coltivate.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano