16.6 C
Torino
lunedì, 15 Luglio 2024

Lo scopo dell’alimentazione monoproteica per i nostri amici a quattro zampe

Più letti

Nuova Società - sponsor

Avere un  cane presuppone un forte senso di felicità, in quanto a tutti gli effetti il proprio amico a quattro zampe sarà parte integrante della propria famiglia. Condivide con essa la dolcezza, i momenti di convivialità, il gioco, tante emozioni che un cane riesce a donare. Però un cane implica delle forti responsabilità ed un grande impegno quotidiano e costante. Tra le prime cose di cui un padrone si deve occupare, è sicuramente il regime alimentare da fornirgli, in quanto è da essa che si gettano le basi per una crescita sana che implica un benessere a 360 gradi. 

Un alimento monoproteico è prodotto che contiene appunto una sola fonte proteica. Se leggiamo sull’etichetta del prodotto “carne e derivati”, “proteine animali”, “pollo e agnello”, “pollo e maiale” o comunque qualsiasi indicazione che lascia dedurre l’utilizzo di due o più proteine, ci si rende conto che non si tratta appunto di un cibo monoproteico

Lo scopo di una dieta monoproteica è quello di riuscire a capitare una possibile eventuale reazione avversa nei riguardi di un determinato cibo. In linea generale nella stragrande maggioranza delle intolleranze alimentari, il problema essenziale è quello di uno stimolo eccedente da parte del sistema immunitario in direzione di un ingrediente presente nel regime alimentare, per cui iniziare a provare a tentativi, mediante l’utilizzo di una sola proteina, è possibile poi capire qual è quella che è responsabile di una specifica allergia.

Il brand Amusi elabora crocchette monoproteiche per cani che annoverano una sola proteina animale, adeguatamente progettati per bilanciare alle probabili mancanze a cui va incontro il proprio cane, provando appunto a tentativi. Propone inoltre, anche crocchette senza glutine con sola carne di manzo e senza grasso di pollo.

Il marchio appena citato, crea linee di alimenti che rappresentano una gamma di eccellenza, realizzata per chi è alla ricerca di alimenti di altissima qualità che comprendano una sola e distinta fonte di proteine. All’interno di tali cibi monoproteici, è possibile anche trovare prebiotici, i quali contribuiscono ad una corretta omeostasi della flora batterica intestinale, supportando anche una regolare attività intestinale.

Infine non aggiunge alcun additivo particolare, se non quelli nutrizionali, derivanti dalla Vitamina A, Vitamina D3, Vitamina E, Vitamina C, ferro, iodio e zinco. Non sono presenti aromatizzanti né coloranti artificiali.

Nel momento in cui si decide di rivolgersi ad un cibo monoproteico quindi, la responsabilità è notevole, per cui disporsi verso un marchio qualitativamente elevato, significa anche lasciarsi seguire da un team di professionisti del settore, come i medici veterinari Amusi, che possono aiutare il consumatore nella scelta da attuare.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano