18.9 C
Torino
domenica, 26 Maggio 2024

Lipu, lo spettacolo della migrazione

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Questo è il week end in cui sarà possibile assistere a uno dei più straordinari spettacoli che la natura può offrire: la migrazione degli uccelli. Il 4 e il 5 ottobre la Lipu, Lega Italiana per la Protezione degli Uccelli, organizza in tutta Italia più di 50 eventi per ammirare le quasi 300 specie che solcheranno i cieli dirette verso sud, in cerca di un posto dove passare l’inverno. Le due giornate sono inserite all’interno dell’Eurobirdwatch, il più importante evento, patrocinato dal ministero dell’Ambiente, dedicato al birdwatching e organizzato in 37 Paesi europei da BirdLife International, organizzazione internazionale per la protezione e la conservazione delle specie aviarie.
Falchi, aironi, sparvieri, pettirossi e fringuelli sono tra le varietà di uccelli che si apprestano a compiere il loro lungo viaggio con destinazione il Sud dell’Europa o l’Africa per trascorrere i mesi invernali al caldo. Potranno essere avvistati in una delle 21 oasi e riserve della Lipu che per l’occasione verranno aperte al pubblico, oltre che in una trentina tra parchi nazionali, foreste e zone umide. Gli esperti del birdwatching guideranno i partecipanti armati di binocolo al grande conteggio europeo dei volatili migratori. Un’occasione per trascorrere questa coda d’estate in mezzo alla natura, alla scoperta di una fauna che va tutelata e un territorio spesso sconosciuto.
«Gli uccelli migratori sono in pericolo a causa del consumo del territorio e dei cambiamenti climatici, sia nelle aree di nidificazione, svernamento e nei siti di sosta durante la migrazione» dichiara Fulvio Mamone Capria, presidente Lipu «L’Eurobirdwatch è per la Lipu un’occasione per sensibilizzare alla tutela della migrazione e ribadire il fondamentale principio della sostenibilità ambientale delle attività umane, che hanno un enorme impatto sul paesaggio e sulla biodiversità».
In Piemonte sarà possibile visitare la Riserva naturale Crava Morozzo in provincia di Cuneo, frequentata da capinere, canapini, luì, rondini e gruccioni, il parco fluviale di Cuneo, dove confluiscono il torrente Gesso con il fiume Stura e laghetti di Tetto Lupo, e il parco “Le Rocche” in località Premes di Antignano d’Asti. Mentre a Torino la sezione provinciale Lipu della città si appresta a festeggiare 30 anni di attività, con laboratori didattici per i più piccoli, una mostra su l’aquila e il gipeto, un’escursione al parco della Confluenza e la festa del “BIRthDay WATCHING” domenica pomeriggio. Tutte le informazioni e gli appuntamenti, in Piemonte e nelle altre regioni, sono consultabili nel sito Lipu
 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano