16.9 C
Torino
domenica, 9 Maggio 2021

Legacoop Piemonte aderisce all’Anagrafe Nazionale Antifascista

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Legacoop Piemonte, attraverso il presidente Dimitri Buzio che ha firmato nel suo Comune di residenza, ha aderito all’Anagrafe Nazionale Antifascista, la proposta di legge di iniziativa popolare contro la propaganda fascista e nazista promossa dal Comune di Sant’Anna di Stazzema.

 “Aderiamo convintamente a questa iniziativa perché non possiamo dimenticare come nel Ventennio fascista le cooperative furono prima vittime di squadrismo e poi messe fuori legge, perché rappresentavano uno strumento di crescita economica partecipato e democratico”, spiega Buzio che prosegue: “La Costituzione della Repubblica Italiana, che nell’antifascismo trova le sue radici, ha riconosciuto il valore e la funzione sociale della cooperazione con l’Articolo 45, sancendo nel suo dettato i valori di partecipazione democratica, di mutuo scambio e di intergenerazionalità rendendoli parte integrante della nostra Carta costituzionale. Oggi, anche se sono passati oltre 70 anni, il sentire antifascista e democratico sono ancora i pilastri su cui si fonda la società in cui viviamo e riteniamo fondamentale difendere questi capisaldi contro chi vuole metterli in discussione. Per questo invitiamo tutti i cooperatori e tutte le cooperatrici a firmare questo appello”.

Per aderire all’Anagrafe Nazionale Antifascista è sufficiente recarsi al proprio Comune di residenza e firmare l’apposito modulo. C’è tempo fino al 31 marzo 2021.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano