21.3 C
Torino
martedì, 28 Maggio 2024

Le scelte di Berlusconi. Osvaldo Napoli come Cristian Brocchi: “Noi ci puntiamo, noi sogniamo”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Berlusconi quando scelse Brocchi per il Milan, diede l’ok anche per Osvaldo Napoli candidato sindaco a Torino.
Già, lo stesso Napoli che l’ex cavaliere aveva “dimenticato”. Ma come il mister tanto contestato ( e per ora tanto perdente) Osvaldo Napoli ci crede.
«Il presidente Berlusconi ha ritenuto di chiamarmi per sapere se ero disponibile a candidarmi. Mi è dispiaciuto soltanto che non ci sia stato un accordo complessivo della coalizione di centrodestra. Credo che se fossimo andati tutti uniti anche a Torino potevamo andare al ballottaggio, anziché probabilmente i Cinque Stelle. Noi ci puntiamo, sogniamo», così dice Osvaldo Napoli, candidato sindaco di Torino per Forza Italia,

«A me le sfide piacciono molto – ha detto Napoli – la mia vita è stata tutta una sfida. Chiamarsi Napoli e poter fare il sindaco a nord di Torino o a Torino – ha scherzato il candidato – non è certamente facile». Poi Napoli spiega parte del suo programma:«Spostare dal centro alla periferia la cultura, lo sport. Rendere la periferia un centro, quindi tanti centri. Questo è l’indirizzo che noi vogliamo dare a un modo diverso di vedere la città. Non può essere solo il quadrilatero centrale a vivere della bellezza che è Torino»

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano