12.4 C
Torino
lunedì, 24 Giugno 2024

Le piramidi d’Egitto conquistano il mondo dei giochi online

Più letti

Nuova Società - sponsor

L’antico Egitto, si sa, riveste un fascino incredibile per moltissime persone. I suoi faraoni, la storia delle piramidi, la mitica Sfinge e Cleopatra sono alcuni degli aspetti più conosciuti di un impero che milioni di anni dopo non ha ancora disvelato tutti i suoi misteri.

Riferimenti all’antico Egitto infatti non si trovano solo sui libri di storia, ma pervadono la nostra vita comune. Dalla musica ai film, dalla moda al costume passando per il mondo dei giochi. Non a caso anche le slot machine online sono tra le tipologie di gioco che hanno attinto trame e simboli dall’Egitto, trovando tra l’altro grande successo di pubblico.

E’ il caso ad esempio della slot Sphynx, che prende il suo nome da quello che è uno degli elementi più universalmente conosciuti del Regno D’Egitto, la sfinge: la scultura di pietra con il corpo da leone e la testa da uomo che si trova alle porte del sito archeologico di Giza, a protezione delle piramidi, sepolcri funebri dei grandi Faraoni.

La slot Sphynx è tra le più gettonate e celebri, amata dai giocatori esperti e da quelli occasionali, non solo per la sua esperienza di gioco ma anche per il richiamo appunto a un mondo affascinante. D’altronde, la slot ad ambientazione egiziana era già presente nei casinò fisici riscuotendo successo ed è facilmente comprensibile che sia passata anche a quelli online.

Essa ripropone tutti i simboli classici della civiltà del Nilo e una grafica che fa sembrare di essere indietro all’epoca d’oro dell’antichità. Anche di questa slot negli anni sono state proposte diverse versioni con l’aggiunta di nuovi simboli e di nuovi bonus, ma che conservano sempre lo stesso fascino per i misteri d’Egitto.

Un po’ come la sua regina più famosa, Cleopatra, altro personaggio che ha offerto numerosi spunti alla letteratura e al mondo del cinema e della televisione che spesso però ne hanno raccontato solo una parte della storia, dipingendola come “femme fatale” ma il suo ruolo politico essendo l’ultima erede della dinastia Tolemaica e in grado di resistere al trono per oltre 20 anni nonostante gli attacchi e i tentativi di conquista da parte dei romani.

Una regina divenuta leggenda, proprio come la sfinge, le piramidi. E non stupisce che millenni dopo la civiltà egiziana sia ancora così densa di fascino e riscuota ancora tanto interesse.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano