20.6 C
Torino
mercoledì, 24 Luglio 2024

Le aziende pubbliche del servizio idrico fanno squadra: nasce “Water Alliance”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Una sinergia per ridurre i costi e diventare più competitivi. E’ con questi obbiettivi che nasce “Water Alliance” – Sistema Piemonte, un contratto di rete a cui hanno aderito le undici aziende pubbliche  “in house” della regione che complessivamente forniscono il servizio idrico a più di tre milioni e mezzo di abitanti ( circa l’80% della popolazione piemontese) e che insieme hanno un fatturato annuo di 500 milioni di euro.
L’ACDA -Azienda Cuneese  dell’Acqua, l’Acqua Novara.VCO,  l’Acquedotto della Piana di Asti, l’Acquedotto Valtiglione di Asti, l’ AMAG di Alessandria,   l’AMC – Azienda Multiservizi di Casale Monferrato, l’AMV – Azienda Multiservizi di Valenza, il Consorzio dei Comuni per l’Acquedotto del Monferrato, il Cordar Biella Servizi, il SISI – Società Intercomunale dei servizi idrici di Alba e la  SMAT-  Società Metropolitana Acque di Torino sono le aziende che hanno deciso di aderire firmando il 19 luglio il Patto di rappresentanza per la promozione e lo sviluppo della gestione pubblica del servizio idrico integrato è stato.
Una scelta fatta innanzitutto per affrontare un mercato sempre più competitivo: la creazione di sinergie permetterà infatti di far fronte a nuove esigenze di investimenti in infrastrutture e servizi e di mettere in comune competenze ed esperienze per la ricerca e l’innovazione.
Così spiega Paolo Romano, ad di Smat e portavoce di Water Alleance: “Il Contratto di rete  è uno strumento innovativo che consentirà a queste aziende che vantano un forte radicamento sul territorio di conseguire una maggiore efficienza gestionale. Un esempio concreto si rifletterà nelle gare per le forniture di beni e servizi: dall’energia elettrica, al carburante per le vetture di servizio, ai sistemi informatici ma anche ai prodotti chimici impiegati per il trattamento delle acque”.
Il Contratto firmato dagli undici enti verrà inviato a tutte le Autorità d’Ambito di pertinenza, alla Regione e alla Città  Metropolitana Torinese.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano