8.6 C
Torino
sabato, 18 Maggio 2024

“L’assessore al bilancio è inadeguato” duro attacco delle opposizioni in Consiglio Comunale

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Moreno D’Angelo

Sulla questione bilancio e sui problemi del termovalorizzatore è un fuoco di fila di attacchi delle opposizioni contro la Giunta Appendino, che comporta anche a una sospensione della seduta del Consiglio Comunale.

«Siete i redentori del sistema politico e per quale motivo avete approvato?» attacca Roberto Rosso che, puntando il dito contro l’assessore Sergio Rolando, aggiunge: «lo invitiamo a riflettere se è in grado di svolgere il suo ruolo». Anche il capogruppo del Pd Stefano Lo Russo attacca l’assessore al bilancio: «E’ inadeguato. Ha il peso di un incarico che forse non è in grado di reggere e dovrebbe fare un passo indietro».

La replica dei pentastellati è del consigliere Antonio Fornari: «Abbiamo subito segnalato le discrepanze del bilancio che era stato da voi approvato alla Corte dei Conti». «Non da noi» precisa Fabrizio Ricca della Lega Nord.

Sulla querelle bilancio interviene come un fiume in piena Osvaldo Napoli chiamando in causa direttamente la sindaca, accusata anche di assentarsi troppo: «E’ stato solo chiesto un parere alla Corte dei Conti, non è certo un esposto». L’esponente di Forza Italia precisa come la stessa Appendino avesse ammesso di aver firmato per garantire i servizi essenziali: «Allora forse sapeva qualcosa» e rincarando la dose sul nuovo pragmatismo pentastellato torinese conclude: «Altro che antipolitica il sindaco ha percepito bene come si fa politica adottando il vecchio metodo della non risposta».

Prima dell’interruzione più volte Stefano Lo Russo aveva ironizzato su dove fosse andata a finire quella impavida condottiera in prima linea nei comitaticontro i “cancrovalorizzatori” e gli inceneritori. «Ora non è pericoloso o lo è come un biscottificio» ha ironizzato Lo Russo ricordando come le vere bombe ecologiche siano le discariche e come il suo partito venisse denominato come quello favorevole ai rifiuti e all’ecomostro. Per l’esponente del Pd torinese quella della sindaca è un operazione di trasformismo incredibile che da dura oppositrice, da una sorta di Giovanna d’Arco è diventata iperpragmatica presentando a Dubai le opportunità finanziarie torinesi legate alla linea 2 della metropolitana e alla Città della Salute. «Se non fosse una cosa seria ci sarebbe da ridere» conclude Lo Russo.

La risposta di Chiara Appendino è consistita in una ennesima manifestazione di piena fiducia nei confronti di Renato Boero per le grandi capacità dell’ingegnere torinese da lei indicato per guidare Trm, la società che gestisce l’impianto del Gerbido a Torino. Un impianto da tempo in emergenza per i riscontri anomali di mercurio rilevati dall’Arpa (Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale) nel termovalorizzatore. Un fatto che ha costretto a dirottare provvisoriamente parte dei rifiuti trattati verso inceneritori e discariche sparse in Piemonte.

Dalla Giunta torinese si fa sapere che su questa “piccola emergenza” si sia aperto un tavolo tecnico e che, oltre a una preziosa collaborazione con tutti i soggetti coinvolti, si pianificherà una campagnadi informazione per sensibilizzare la cittadinanza nello smaltimento corretto di oggetti come le batterie per la prevenzione in questo tipo di inquinamento quanto mai pericoloso per la salute pubblica. Tutto questo prendendo atto dei ritardi e nella stasi della raccolta differenziata a Torino ben lontana dagli obiettivi pianificati a livello europeo e regionale.

Sotto il Palazzo Comunale un piccolo gruppo di un comitato di Barriera di Milano ha manifestato per  i livelli di inquinamento dell’aria nel quartiere.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano