21.3 C
Torino
martedì, 28 Maggio 2024

La protesta della scuola contro la Dad riempie la piazza

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Studenti, bambini, genitori e insegnanti. Il popolo della scuola torna in piazza contro la Didattica a distanza a cui da settimane sono costretti tutti gli ordini e gradi di scuola per le misure della zona rossa. 

Circa 300 persone in piazza Carignano, tra cui anche Lisa e Anita, con striscioni pentole e trombette per far sentire il loro no alla Dad. Mentre chi è rimasto a casa alle 11 ha simbolicamente interrotto le lezioni per un minuto per suonare la campana. 

“Oggi sono presenti studenti e insegnanti. L’unica assente è la scuola”, dicono i manifestanti. 

“Siamo stufi di stare a casa – dice Carola Messina di ‘Priorità alla scuola‘ – vogliamo che tutti gli ordini di scuola rientrino, non solo i più piccoli, e vogliamo ribadire quali sono le priorità per la scuola del futuro. Non crediamo alla riapertura dopo Pasqua 

“Siamo scesi in piazza perché le istituzioni ci hanno lasciato una scuola in macerie, edilizia scolastica che non garantisce sicurezza e nemmeno misure sanitarie che ci avevano promesso – sostiene Alessandro del liceo Gioberti – La scuola ci è stata lasciata in macerie e noi dobbiamo ricostruirla come s

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano