20.9 C
Torino
domenica, 26 Maggio 2024

Ior, delega a monsignor Xuereb

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Monsignor Alfred Xuereb, già primo segretario personale di papa Francesco, è stato oggi nominato ufficialmente delegato per le due Commissioni referenti sullo Ior e sulle attività economiche della Santa Sede. Il suo compito sarà quello di vigilare sui lavori delle due assemblee e tenerne informato il pontefice
La decisione di Bergoglio non giunge inaspettata, e di fatto istituzionalizza ciò che avveniva già all’atto pratico. Monsignor Xuereb, infatti, per la posizione che occupa è generalmente il tramite attraverso il quale passano le informazioni di cui il pontefice fruisce. E, dato il momento delicato per gli affari finanziari della banca vaticana, l’entourage di Bergoglio ha ritenuto necessario che questi fosse tenuto puntualmente al corrente di procedure e iniziative intraprese dalle due commissioni chiamate a riformarli.
«Questa – ha spiegato padre Federico Lombardi, direttore dell’ufficio stampa vaticano – è una fase in cui le due Commissioni lavorano intensamente e portano i loro frutti che saranno poi sottoposti al consiglio dei cardinali. È un lavoro intenso ed è quindi stato ritenuto molto utile avere una persona che riferisca sulle loro attività».
Insomma una grande rete chiamata a vigilare sulla trasparenza e l’efficacia dell’operato delle due assemblee, le cui direttive saranno seguite passo passo da Bergoglio stesso attraverso due dei suoi collaboratori più stretti: monsignor Parolin, segretario di Stato, e, appunto, padre Xuereb, suo segretario particolare. Basti questo a definire l’attenzione con cui il neo eletto pontefice segue la riforma delle finanze vaticane.
Classe 1958 e originario di Malta, padre Xuereb svolge da tempo ruoli di primo piano in seno alla gerarchia ecclesiastica. Fine teologo, si trova a Roma dal 1991, dove ha iniziato la sua ascesa in qualità di segretario del Rettore della Pontificia Università lateranense. Una rapida carriera lo ha portato successivamente alla Segreteria di Stato della Santa Sede e, in seguito, alla Prefettura della casa pontificia. Secondo segretario privato di Benedetto XVI dal 2007, è segretario particolare di Bergoglio dal 13 marzo 2013.
È bene ricordare che il lavoro delle due Commissioni è iniziato nel corso di questa torrida estate. La prima, impegnata nella riforma dell’Istituto per le opere religiose, è stata avviata il 24 giugno per porre fine al susseguirsi di scandali finanziari che lo riguardavano. La seconda ha iniziato i lavori il 18 luglio scorso, con il preciso compito di monitorare efficienza e trasparenza delle attività economiche della Santa Sede.
 Alessandra Del Zotto

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano