16.3 C
Torino
lunedì, 27 Maggio 2024

Insulti alle vittime dell'omicidio in via Nizza. La comunità marocchina scrive a Napolitano: “Offendono tutta la città”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Non sono certo bastate le scuse di Mario Brescia, ex leghista, consigliere della Circoscrizione 9 che in un post su Facebook ha definito “escrementi” i due uomini di nazionalità marocchina uccisi a coltellate in via Nizza la settimana scorsa.
Parole che tagliano come lame, che palesano razzismo e irrisione che non conoscono limite neanche davanti alla morte.
E così la comunità marocchina ha deciso di scrivere al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano: quelle parole «offendono tutta la città, da sempre antirazzista e da anni multietnica».
«Mi chiedo come possa una persona riferirsi alla comunità marocchina come escremento – si legge nella lettera al Capo dello Stato – ma soprattutto come è possibile che ricoprendo un ruolo politico si possa arrivare a giocare sulla morte di persone che in questo momento hanno i familiari a terra, disperati, increduli per quello che è successo».
«Nessuna campagna elettorale potrà mai giustificare un simile linguaggio – scrivono – Le scuse sono state pubblicate, ma ormai non basta, non bastano più le scuse, ognuno si assuma le proprie responsabilità, chi commette errori simili, dovrebbe dimettersi, non è degno di rappresentare una circoscrizione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano