9.1 C
Torino
venerdì, 24 Maggio 2024

Imprese artigiane a rischio estinzione

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Bernardo Basilici Menini

Drastico calo delle imprese tradizionali e artigiane a Torino, tanto da far parlare di un “rischio estinzione“. Secondo Confartigianato, tra il 2009 e il 2015, con la complicità della crisi economica, 12.534 imprese artigiane avrebbero chiuso i battenti, facendo registrare un calo del 9,2% sul totale. La diminuzione più drastica è avvenuto per  i falegnami, con 36 chiusure, pari al –39,5%, e per i i corniciai, che perdono 57 unità pari al 34,9%.

E’ stato Dino De Santis, presidente di Confartigianato Torino, a lanciare l’allarme e il j’accuse «Non è solo la debolezza dei consumi interni ad ostacolare la ripresa, ma l’aumento della pressione fiscale, la burocrazia, i tempi di pagamento da parte della Pubblica Amministrazione, hanno inciso in modo determinante, causando una moria delle imprese artigiane e l’estinzione di alcuni mestieri»

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano