23.5 C
Torino
sabato, 13 Luglio 2024

Delitto Rosboch, gli arrestati davanti al gip. Il legale di Defilippi: “Non rispondere”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Bernardo Basilici Menini

Sono in corso nel carcere di Ivrea le udienze per la convalida dei tre fermi nell’ambito dell’omicidio di Gloria Rosboch, l’insegnante di Castellamonte scomparsa il 13 gennaio, il cui cadavere è stato ritrovato lo scorso venerdì.

Gabriele Defilippi, il principale indiziato per l’omicidio, e la madre  Caterina Abbattista, sono stati trasferiti dal carcere di Torino alla casa circondariale dove è già detenuto Roberto Obert, presunto complice e amante di Defilippi, su disposizione del giudice per le indagini preliminari. Sul posto sono già arrivati gli avvocati e  il procuratore di Ivrea Giuseppe Ferrando, che sostiene l’accusa.

Proprio il legale di Defilippi, all’entrata nel carcere di Ivrea, ha affermato che consiglierà al proprio assistito di non rispondere alle domande che gli verranno poste. «Sarà inoltre da valutare – ha aggiuntol’aspetto psichiatrico, visti i numerosi profili che il mio assistito aveva su Facebook».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano