12.2 C
Torino
lunedì, 27 Maggio 2024

IL San Valentino di Legambiente: baci, foto e risparmio energetico con “M’illumino di meno”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Moreno D’Angelo
San Valentino la festa degli innamorati diventa l’occasione per rilanciare iniziative di risparmio energetico fondamentali per la lotta ai cambiamenti climatici.
L’associazione Legambiente per l’occasione aderisce alla giornata del risparmio energetico “M’illumino di meno”, promossa dalla dalla popolarissima trasmissione di Rai Radio 2. Un modo eloquente di mostrare come una trasmissione ironica e divertente che sa scherzare e far esprimere le persone con semplicità e autoironia sappia far passare nobili valori e pratiche, impegnando e coinvolgendo milioni di persone molto meglio che tanti seriosi convegni tra addetti ai lavori e manifesti poco efficaci.
Per l’occasione l’appello a spegnere le lampadine, che da anni ha incontrando un sorprendente e entusiastico crescendo coinvolgendo di milioni di cittadini affiancato dalle istituzioni che hanno fatto “spegnere” prestigiosi palazzi e monumenti, si manifesta anche attraverso camminate al buio, serate ludico-gastronomiche e momenti di approfondimento e concerti in versione acustica.
Oltre che alle iniziative di “M’illumino di meno”, l’associazione ambientalista aderisce al “Global Divestment Day”. Una giornata promossa sabato 14 febbraio da 350 organizzazioni a cui hanno aderito con entusiasmo numerosi network ambientalisti e una miriade di movimenti, associazioni e cittadini che sono invitati a condividere una foto da “innamorarsi del pianeta”.
«La sfida climatica si può vincere partendo dalle nostre città, incidendo sia su un cambio virtuoso di abitudini, sia attuando politiche mirate all’efficienza energetica, a partire dagli ancora troppi condomini colabrodo – commenta Fabio Dovana, presidente di Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta».
È bene ricordare che solo dieci anni fa nessuno avrebbe potuto ipotizzare che un terzo del fabbisogno mondiale del consumo elettrico sarebbe potuto soddisfare da fonti pulite ovvero senza petrolio e senza nucleare. Questa tendenza è assolutamente la via giusta da seguire e questo discorso, che si sposa a quello ambientale, passa attraverso un sistematico coinvolgimento dei cittadini e miliardi di piccoli gesti e attenzioni come spegnere una lampadina, diminuire il riscaldamento di una camera o fare la raccolta differenziata e usare il meno possibile l’auto privata.
Legambiente rivolge per l’occasione un appello alla Regione Piemonte in quanto «per dar ulteriore impulso e accompagnare normativamente la transizione energetica del Piemonte è prioritario che la Regione proceda al completamento delle linee guida per tutte le fonti rinnovabili».
Vasto e articolato il programma di iniziative in Piemonte per “M’illumino di meno”:
Ad Alpignano il Centro di Educazione Ambientale di Legambiente Cascina Govean, in collaborazione con il Comune, ha organizzato nelle scuole laboratori per sensibilizzare anche i più piccoli al risparmio energetico e nella serata del 13 febbraio sono previsti in piazza Vittorio Veneto giochi di fuoco, danze occitane e sarà possibile visitare l’Ecomuseo della Lampadina Cruto.
Sempre in provincia di Torino a Caluso è in programma la “Lucciolata d’inverno”, una passeggiata lungo un’insolita via Bettoja illuminata da lanterne e fiaccole e allietata dalla musica del trio Arkenciel, mentre nella vicina Foglizzo l’appuntamento è per un aperitivo a lume di candela. A Chivasso alle ore 20:30 in via Torino angolo via Roma è prevista una emozionante passeggiata a lume di candela con accompagnamento teatrale e musicale a cura del Faber Teater e dell’Alternative Karming.
A Verbania la Ludoteca Comunale in collaborazione con il circolo di Legambiente Il Brutto Anatroccolo invita tutti nel pomeriggio di venerdì con torce a led o a energia solare. La Ludoteca infatti presterà servizio con una riduzione dell’illuminazione, allestendo una piccola mostra sul risparmio energetico e proporrà alcune attività speciali.
E’ fondamentale far capire a tutti, specie ai più giovani, come si possa ragionare, muoversi e vivere molto meglio anche sotto la luce delle stelle privandosi del bombardamento di luci quasi sempre eccessive spesso accompagnato dall’inquinamento acustico. E’ l’ora di diffondere nuove abitudini dopo che per decenni ci hanno raccontato la favola che senza valanghe di petrolio e nucleare non si poteva andare da nessuna parte. Una sfida che può evitare disastri ecologici e ambientali.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano