16.9 C
Torino
domenica, 9 Maggio 2021

Il Piemonte non è una regione per donne

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Un gruppo di associazioni di donne hanno scritto al presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, all’assessore Fabrizio Ricca e alle Consigliere di Parità della Regione Anna Mantini e della Città Metropolitana Michela Quagliano per sottolineare la scarsa presenza di figura femminili in enti società partecipate della Regione. 

“Sono solo 9 le donne nominate, dall’insediamento della giunta Cirio, in enti e società partecipate. In una regione in cui su 51 consiglieri solo 8 sono donne e che non si è ancora dotata di una legge regionale che preveda il rispetto della parità di genere, questa scelta sembra vada nella stessa direzione. Si tratta di un rapporto numerico che non soltanto non rispecchia la composizione della popolazione regionale, ma che è in assoluta controtendenza rispetto ai dati che la letteratura economica e giuridica offrono sulla maggiore efficienza delle società e degli enti amministrati da organi di gestione a composizione diversificata” scrivono le associazioni.

“I più recenti e approfonditi studi economici e gestionali poi evidenziano la necessità di comporre gli organi di gestione degli enti in modo diversificato per età, sesso, provenienza geografica e percorso formativo e professionale proprio per rappresentare una varietà di punti di vista e di esperienze capace di favorire l’indipendenza delle opinioni e il senso critico” proseguono.

Le associazioni firmatarie hanno quindi chiesto un incontro a Ciro “per un confronto aperto su una questione, quella della parità di genere nelle nomine negli organi di amministrazione e di controllo delle società̀ partecipate regionali, che non è più rimandabile”.

A firmare la lettera: TORINO PER LE DONNE – SE NON ORA QUANDO? TORINO – NOI RETE DONNE – RETE PER LA PARITÀ – SE NON ORA QUANDO? COORDINAMENTO NAZIONALE COMITATI – EWMD ROMA APS – GAMMADONNA – FONDAZIONE MARISA BELLISARIO – TOPONOMASTICA FEMMINILE – LOFFICINA – FONDAZIONE AMREF HEALTH AFRICA-CCM COMITATO COLLABORAZIONE MEDICA

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano