13.2 C
Torino
mercoledì, 25 Maggio 2022

Il mondo della politica piange Raffaella Carrà

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

L’improvvisa morte di Raffaella Carrà, scomparsa questo pomeriggio dopo una malattia di cui non era trapelato nulla non lascia indifferente il mondo della politica che si unisce al cordoglio del mondo dello spettacolo e dei tanti italiani di tutte le generazioni che aveva saputo conquistare. 

“Ci metteremo molto tempo a realizzare che è vero. La tua gioia, la tua energia, la tua forza sono sempre stata pura vita che è arrivata a ogni generazione che ti ha conosciuta. E sono certa che continuerà ad arrivare. Manchi già tantissimo.  Ciao Raffaella Carrà” scrive sui social la sindaca Chiara Appendino.

Mentre il Partito Democratico torinese condivide i messaggi dei suoi esponenti nazionali: “L’Italia perde una delle sue icone più intelligenti, gradevoli ed eleganti. La scomparsa di #RaffaellaCarrà per quelli della mia generazione è davvero un pezzo di vita che se ne va. Profonda tristezza” afferma Enrico Letta. “È stata la storia dello spettacolo nella televisione italiana. Per professionalità fuori dal comune, educazione, garbo, simpatia” dichiara David Sassoli.

Per il senatore Dem Mauro Laus “Dire addio a #RaffaellaCarrà non solo vuol dire salutare uno di quei personaggi che hanno sempre messo d’accordo tutti in fatto di carisma e talento, ma vuol dire anche dire addio ad un #simbolo nazionale di classe e professionalità, ad una donna di spettacolo con uno stile al di sopra delle mode e del momento”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano