13.6 C
Torino
lunedì, 27 Maggio 2024

Il dispositivo del ricatto dietro la legge anti pedofilia

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

C’è del torbido dietro la nuova legge anti pedofilia che imporrà la presentazione del certificato penale ai lavoratori che operano in contatto con i minori.
Sembrerebbe, ed è, una questione di buon senso.
E con altrettanto buon senso governo e prefetture avrebbero dovuto preparare un documento che fornisse solo ed esclusivamente le notizie relative ai reati di pedofilia, violenza sessuale, ecc. Altri generi di reati servirebbero infatti solo a dare al datore di lavoro uno strumento di ricatto nei confronti dei neo assunti.
“Stranamente” invece, questo non è avvenuto.
A costo di sembrare paranoici, viene subito in mente come in modo sempre più veloce si stiano moltiplicando le possibilità di schedature nelle società mondiali.
La genetica, la consegna più o meno cosciente dei propri dati personali ai social network, o a quelli gestiti dalle aziende, sono tutti esempi di come il mondo cambi persino più velocemente delle logiche totalitarie che crea.
Inquietanti pubblicità in questo senso sono già sui canali televisivi, come quella della Banca dati del Dna, che facendo leva sui crimini più efferati scoperti grazie a questa pratica, preannuncia obblighi futuri.
Tutto questo potrebbe sembrare ad alcuni solo un naturale scambio per servizi che otteniamo «chi non ha nulla da nascondere non ha nulla da temere!», ammonisce un vecchio e radicato stereotipo nazionale.
Ma anche credendo alla buona fede, come possiamo essere sicuri che uno Stato che possiederà il nostro codice genetico e tutte le informazioni, comprese le più private, non le userà mai per reprimere, segregare o annientare gruppi etnici, politici, religiosi o di genere?
E se proprio con la “scusa” della pedofilia, su cui ovviamente convergono i timori di noi tutti, si spostasse invece l’attenzione dall’ennesima arma di ricatto fornita a chi gestice il potere nella scala piramidale?
A proposito di cose che sfuggono di mano anche quando nascono in buona fede, alla fine dell’800 in Olanda venne fatto un censimento sull’orientamento religioso delle persone. Il motivo era nobile, infatti la cosa serviva per dare corretta sepoltura in caso di decesso.
Alcuni decenni dopo arrivarono i nazisti e quei dati servirono per trovare tutti gli ebrei sul territorio e condurli nei lager.
La storia dovrebbe essere maestra di vita…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano