6.4 C
Torino
giovedì, 28 Ottobre 2021

I sindaci della Valsusa: “Basta parlare di Tav”

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Non vogliono che in Regione si parli sempre e solo di alta velocità i diciannove sindaci della Valsusa che hanno incontrato il governatore Sergio Chiamparino a Palazzo Lascaris. Secondo i primi cittadini, infatti, i problemi della valle non si possono ridurre al Tav, quando c’è la necessità di occuparsi di lavoro, sanità, casa, assetto idrogeologico e sviluppo del territorio. Tra le questioni irrisolte le aziende in crisi come le Acciaierie Beltrame con la conseguenza della perdita dei posti di lavoro e dell’aumento degli sfratti. Non solo. A preoccupare anche le scarse risorse economiche disponibili in valle e il declassamento dell’ospedale di Susa.
«Vogliamo parlare dei problemi della Valle -ha detto il sindaco di Susa Sandro Plano, in apertura dell’incontro – a prescindere dalla Tav. Siamo in una situazione critica e mi pare ci sia una visione un pò troppo “Torinocentrica” della politica, ci state togliendo tutti i servizi dalla Valle e li state spostando su Torino».
I sindaci chiedono quindi «un tavolo politico-istituzionale in cui affrontare i nostri problemi».

@ElisaBellardi

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano