16.7 C
Torino
martedì, 22 Settembre 2020

Game Over

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...
Marzio Dinamo
Marzio Dinamo
Esperto di comunicazione, grafica e marketing. Con passione per giornalismo, inchieste, cronaca e politica

Forse il governatore del Veneto, Luca Zaia, farà davvero uno sforzo per far rientrare Torino nella partita. Ma le probabilità di successo sono minime.
Il Movimento 5 Stelle torinese esulta per l’esclusione della città dei Giochi Invernali 2026 e Chiara Appendino, con il suo “vorrei ma non posso”, è andata incontro a un nuovo clamoroso inciampo politico. Avrebbe fatto meglio a dire no da subito. A opporsi con chiarezza a un evento di cui i grillini negano le ricadute ed esaltano le pesanti eredità, come le piste da bob e i trampolini di Pragelato di cui nessuno sa cosa fare dopo le brevi competizioni. Ma ha preferito invece percorrere una strada più tortuosa con una candidatura senza entusiasmo piena di distinguo che servono a poco se non a far dire al governo, va bene ho capito, lasciamo perdere.
E così è stata sconfitta dai suoi, da Roma, e dalle opposizioni che non potevano avere un regalo migliore. L’astuto Chiamparino da anni dice che gli unici soldi spendibili per i territori arrivano dai fondi europei, e dai grandi eventi. Qui c’erano in ballo 900 milioni. E un buon amministratore, in competizione con gli altri, fa di tutto per assicurarsene il più possibile. Per poi utilizzarli secondo la sua sensibilità.
Questi introiti potrebbero essere considerati il vero fatturato commerciale di un’amministrazione. Quel plus che si distingue dai fondi dovuti e che è un metro abbastanza veritiero della dinamicità , dell’appeal, e del peso di una città o di una regione. Sono soldi, straordinari, che possono servire a creare sviluppo e coesione. Un buon amministratore sa che questo è il secondo tempo della partita dei finanziamenti, quello decisivo. E per questo si spende oltre il dovuto.
E adesso Appendino anziché mostrarsi amareggiata dovrebbe tentare l’impossibile. Gli elettori giudicano i principi fino a un certo punto, quello che conta per loro, come insegna la squadra di cui la sindaca è tifosa, è il risultato. E se per caso i Giochi, anziché all’estero, dovessero finire a Cortina e Milano, con Torino al palo dopo questa figuraccia, gli elettori torinesi non se ne scorderanno.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Laus: “Periferie diventino zone franche urbane”

Da tempo Torino è salita sul podio nazionale delle città con le periferie più popolate. E il primato purtroppo le è valso...

Moncalieri, Paolo Montagna si conferma sindaco. Ballottaggio a Venaria e Alpignano

Secondo mandato per Paolo Montagna, l'esponente del Partito Democratico che al primo turno si riconferma sindaco di Moncalieri con un consenso che...

Pd, lavorare sulle periferie per superare il voto “di protesta”

L'analisi del voto, a caldo, è sempre frutto di una percezione personale in attesa di dati più chiari, flussi e studi più...

Caso Ream, Appendino: “Ho agito in buona fede. Resto sindaca ma mi autosospendo da M5s”

Dopo la sentenza di primo grado che la condanna a sei mesi per il reato di falso in atto pubblico relativo al...

I Cinque Stelle dalla parte di Appendino: “Continuiamo a sostenerla”

Se la maggioranza pentastellata ha vissuto momenti di crisi e ha dubitato della propria sindaca non è di certo oggi. Anzi la...