19.5 C
Torino
martedì, 25 Giugno 2024

Gabriele Del Carlo e Velio Coviello travolti e uccisi da una valanga in Valtournenche

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

E’ stato un distacco spontaneo, quindi non provocato dal passaggio di altre persone, a causare la valanga che ha travolto e ucciso due scialpinisti in Valtournenche, nella giornata di sabato. Le ricerche dei due dispersi erano partite in serata dopo la segnalazione degli amici che non avevano più avuto notizie dei due che erano partiti alla volta del Château des Dames, vetta di 3.488 metri poco distante dal Cervino. Questa mattina sono stati trovati in un canalone diventato un imbuto i corpi di Velio Coviello, 38 anni, ricercatore dell’Irpi del Cnr, e di Gabriele Del Carlo (39), consulente per la mobilità e membro dello staff dell’ex giunta Appendino.
La grande slavina – con uno sviluppo di 800 metri e un fronte di 500 – si è staccata centinaia di metri più in alto rispetto al luogo del ritrovamento (quota 2.350 metri). Considerato il momento della partenza dei due scialpinisti, tra le ore 9 e le ore 10, e l’esposizione Est del versante, è probabile che il distacco sia avvenuto tra le 11 e le 12, mentre erano in fase di salita.
Gabriele Del Carlo, 39 anni, era consulente per la mobilità, storico attivista del Bike Pride Torino e parte dello staff dell’assessorato comunale alle Infrastrutture, trasporti e mobilità durante la giunta Appendino. Per tre anni e mezzo, tra il 2012 e il 2016, è stato consigliere per il M5s della circoscrizione 8, coordinando la sottocommissione Giovani e integrazione.
Velio Coviello, 38 anni, era ricercatore dell’Istituto di ricerca per la protezione idrogeologica del Cnr, si era occupato anche del problema del ritiro dei ghiacciai. A partire dagli anni degli studi al Politecnico di Torino, aveva viaggiato molto, per lavoro e ricerche, dal Burkina Faso agli Stati Uniti, passando per il Messico. Per tre anni, dal 2017 al 2020, era stato ricercatore alla Libera Università di Bolzano.

“Grazie Gabriele per tutto quello che hai fatto non solo per il Movimento ma per tutta la comunità torinese e per tutti quelli che credono nella mobilità sostenibile”. Così, su Facebook, il capogruppo M5s in Consiglio comunale, Andrea Russi, per la morte di Del Carlo. “Tutta la comunità del Movimento 5 Stelle esprime il proprio cordoglio e le proprie condoglianze alla famiglia per la perdita del nostro amico e attivista”, aggiunge Russi. 

Gabriele ci ha tragicamente lasciato mentre viveva ciò che amava con quella passione sconfinata che ha sempre messo in ciò in cui credeva e che durante la nostra amministrazione ha messo al servizio della Città di Torino. Mi stringo alla famiglia e agli amici in questo terribile giorno”. Così l’ex sindaca di Torino, oggi parlamentare M5s, ChiaraAppendino, commenta la notizia.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano