12.2 C
Torino
lunedì, 27 Maggio 2024

Futuro sostenibile: le 10 innovazioni per cambiare il mondo

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Vanna Sedda
Tra le centinaia innovazioni sostenibili che stanno trasformando le nostre città, i nostri spostamenti, il nostro lavoro, la nostra vita, le 10 più entusiasmanti e rivoluzionarie, sono state selezionate come finaliste per il Sustainia Award, il premio internazionale annuale dato a una soluzione, tecnologia o progetto innovativo, che possa effettivamente contribuire a costruire un futuro più sostenibile. La valigia solare, la scuola galleggiante, il condizionatore ad acqua salata, il riciclaggio su due ruote, sono la risposta alle sfide globali dettate dai cambiamenti, climatici e non, come le inondazioni, la morte di parto, i rifiuti e le emissioni di gas serra. Propongono soluzioni attuabili che hanno a cuore il futuro del pianeta. “Wecyclers” è l’innovazione di Bilikiss adebiyi, vincitrice del Sustania Award, proclamato a Copenaghen, al termine di dieci giorni di dibattiti e workshop in cui si è discusso su come risolvere i rischi dovuti al riscaldamento globale. Vale però la pena conoscere tutti i finalisti, presentati dal quotidiano The Guardian, e scoprire come queste incredibili innovazioni potrebbero cambiarci la vita.
Netafim – Il sistema di irrigazione a caduta
E’ un sistema di irrigazione a goccia a bassa tecnologia, pensato per i piccoli agricoltori, perché aumenta e mantiene i rendimenti e permette il risparmio idrico e la riduzione dei costi. Un serbatoio elevato distribuisce a caduta l’acqua nell’impianto, riducendo al minimo la necessità di energia elettrica e gli investimenti in infrastrutture. La soluzione va incontro all’agricoltura familiare e di piccola scala, e per tutti quei progetti che non godono di finanziamenti, soprattutto nei paesi in via di sviluppo.
Spotcycle – L’applicazione per il bike sharing
L’applicazione Spotcycle mira a rendere il bike sharing, sempre più diffuso nelle nostre città, conveniente e di facile uso da smartphone. Permette di individuare le stazioni delle biciclette nelle vicinanze, comunica la disponibilità di mezzi, mostra i percorsi ciclabili e aiuta con la navigazione. L’applicazione è pensata per le città del Nord America, Australia ed Europa.
Advantix – Il condizionatore ad acqua di mare
Il sistema di aria condizionata di Advantix utilizza acqua salata, con un risparmio del 40% di energia elettrica rispetto ai comuni sistemi. Mentre i normali condizionatori raffreddano l’aria utilizzando fluidi tossici, con un processo ad alto consumo energetico, che da una parte assorbe l’umidità e dall’altra rilascia aria calda, i condizionatori Advantix utilizzano l’acqua salata, senza sprigionare aria riscaldata.
I:CO – Il riciclo tessile
I:CO lavora per allungare il ciclo di vita di capi di abbigliamento, calzature e altri prodotti tessili che troppo spesso vengono scartati dopo uno o due utilizzi, con un alto impatto ambientale. Scarpe e vestiti vengono raccolti nei negozi e punti vendita, dove i clienti che li lasciano sono ricompensati finanziariamente. Tessuti e abiti usati sono così pronti per essere etichettati come vendita in seconda mano, riciclaggio di fibre o imbottiture per nuovi prodotti.
Fairphone – Lo smartphone con valori sociali
L’impresa sociale Fairphone lavora per creare un impatto etico positivo nella catena di sviluppo, progettazione e produzione dell’elettronica di consumo. I minerali impiegati per costruire gli smartphone sono estratti da miniere responsabili, dove le condizioni di lavoro e i salari sono dignitosi. I materiali assemblati, prodotti in fabbriche che rispettano il lavoro delle persone, possono essere facilmente riutilizzati e riciclati. Fino ad oggi, Fairphone ha venduto quasi 50.000 telefoni nei suoi primi due cicli di produzione.
We Care Solar – La valigia ad energia solare
Prevenire le cause, legate soprattutto alla gravidanza e al parto, che costano ogni giorno 800 vite umane, 99% delle quali nei paesi in via di sviluppo, sarà più semplice grazie alla valigia solare. E’ una valigia che fornisce elettricità derivante dal sole a dispositivi medici essenziali, impianti luce e comunicazioni mobili. Permette cure ostetriche tempestive e sicure e consente di fronteggiare emergenze chirurgiche negli ospedali di zone rurali, non sempre fornite di energia elettrica. E’ stata introdotta da più di 600 strutture sanitarie in 20 paesi.
Wecyclers – Il riciclaggio su due ruote
A Lagos, in Nigeria, Wecyclers sta alimentando un cambiamento sociale e ambientale, consentendo agli abitanti di zone economicamente svantaggiate di guadagnare soldi dai rifiuti accumulati nelle strade. E’ una risposta alla carenza del governo cittadino che raccoglie solo il 40% dei rifiuti in città. Wecyclers ha schierato una flotta di bici cargo che prelevano, raccolgono e avviano al riciclo la spazzatura nei quartieri poveri. Le famiglie sono incoraggiate a consegnare bottiglie, lattine e plastica, tramite un programma basato sugli sms: per ogni kilogrammo di materiale da riciclare la famiglia riceve dei punti sul cellulare, che potrà scambiare con cibo, utensili per la casa o minuti telefonici. L’iniziativa si è aggiudicata il premio come innovazione sostenibile del 2014.
Newlight Tech – La plastica a zero emissioni
Con la sua tecnologia che converte i gas serra in materiale plastico, AirCarbon ha turbato il mercato rimpiazzando la plastica derivante dal petrolio con un prodotto sostenibile e competitivo per prezzo e caratteristiche. La plastica a zero emissioni nasce da un processo in cui il carbonio dell’aria viene catturato e usato nella produzione, trasformando gli agenti aerei inquinanti in materia prima. Inoltre, durante il processo di produzione le emissioni sono state ridotte per farne un materiale a zero impatto ambientale.
Shidhulai Swanirvar Sangstha – Le scuole galleggianti per combattere il cambiamento climatico.
Più di un milione di abitanti del Bangladesh si potrebbe trovare nella situazione di abbandonare la casa entro il 2050 a causa dell’aumento dei livelli del mare. Di conseguenza, i bambini non possono frequentare la scuola per lunghi e consecutivi periodi di tempo, rendendo ancora più remota la possibilità di sfuggire alla povertà. Shidhulai Swanirvar Sangstha ha costruito la scuola galleggiante, una flotta di barche a energia solare, che raccolgono gli studenti da diversi villaggi lungo il fiume e li portano in un sicuro approdo, dove sempre a bordo si svolgono le lezioni. La luce solare consente di programmare lezioni anche alla sera. Il progetto assicura un anno di educazione nelle regioni a rischio inondazione del Bangladesh, ma è stato replicato anche in Nigeria, Cambogia, Filippine, Vietnam e Zambia.
Opower – L’esperto personale di efficienza energetica.
Opower è un software che stimola azioni di efficienza energetica, fornendo gli strumenti e motivando le persone a risparmiare energia. Partendo da dati, analizza le singole situazioni e rilascia informazioni su come migliorare l’efficienza energetica. Per chi produce energia, è un ottimo modo di coinvolgere i consumatori, condividendo con i propri clienti suggerimenti su come risparmiare denaro. Opower può anche mostrare il consumo della propria casa, paragonato a quella dei vicini. Un modo efficace per motivare le persone al risparmio.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano