9.7 C
Torino
sabato, 18 Maggio 2024

Firme irregolari per Chiamparino: Lega Nord si costituirà parte civile al processo

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

La Lega Nord si costituirà parte civile all’udienza preliminare, il 26 gennaio a Palazzo di Giustizia di Torino, dell’inchiesta sulle irregolarità delle firme per alcune liste a sostegno della candidatura di Sergio Chiamparino alle ultime regionali. La procura ipotizza la violazione del testo unico del 1960 che regola il funzionamento dei meccanismi elettorali.
«Questa iniziativa – spiega Roberto Cota della Lega – serve per fare chiarezza. Chi governa la Regione è andato al potere sostenendo che c’erano stati brogli elettorali, cosa non vera, ed è quindi giusto fare emergere quanto fatto da loro».
Cota annuncia che si costituiranno parte civile “a titolo personale” tutti i segretari provinciali piemontesi della Lega e i dirigenti del Carroccio si costituiranno parte civile.
All’udienza preliminare saranno chiamati in causa dieci fra politici, funzionari e attivisti del Pd.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano