15.1 C
Torino
martedì, 28 Giugno 2022

F1, sogno Ferrari: le “Rosse” sono favorite per il Mondiale? 

Più letti

Nuova Società - sponsor

La stagione della Ferrari è partita, molto probabilmente, come meglio non avrebbe potuto. Charles Leclerc e Carlos Sainz hanno già conquistato il podio in quattro delle prime cinque gare disputate, con il monegasco che per due volte, nel GP di Bahrein e nel GP d’Australia ha ottenuto il primato Rispetto allo scorso anno, i miglioramenti apportati alla macchina sono evidenti. Grazie anche ai nuovi regolamenti, che avevano già preannunciato un maggiore equilibrio in campionato, le Rosse hanno dimostrato di essere in grado di competere con tutti i più grandi avversari ai vertici della classifica. La nuova monoposto sta già facendo sognare i tifosi, che ora credono davvero alla possibilità di vincere il mondiale. Come già anticipato, sono diverse le modifiche che sorprendono della nuova Ferrari. Il muso modulare e le pance scavate sono solamente due esempi, ma sulla F1-75 si potrebbero scrivere diverse righe. 

Così come accaduto negli scorsi anni, la monoposto presenta la Power Unit 066/7 con cilindrata di 1600 centimetri cubici. Il motore, assolutamente nuovo, è composto da un V6 a 90 gradi e da 4 valvole per cilindro. Per quanto concerne il sistema di recupero dell’energia, la Ferrari è caratterizzata da una batteria in ioni di litio di 20 chilogrammi di peso. Mentre la potenza massima è di MGU-K 120KW, il regime di potenza massimo è di MGU-K 50mila giri/minuto e di MGU-H 125 giri/minuto. Sono tutte caratteristiche che fanno la differenza e che rendono la macchina decisamente più competitiva, alle quali si aggiunge anche il peso, che complessivamente, tra acqua, olio e pilota, raggiunge i 795 kg. Questo rende la monoposto più pesante e, di conseguenza, anche più difficile da guidare. 

In carbonio sono realizzati sia il telaio a nido d’ape, con protezione halo per l’abitacolo, che le carrozzerie ed il sedile. Si notano delle novità significative anche nelle gomme, che quest’anno, introdotte da Pirelli, sono da 18’’. Secondo quanto riportato dal team principal Mattia Binotto, nei Gran Premi successivi verranno conclusi nuovi aggiornamenti. Leclerc e Sainz hanno come obiettivo quello di riportare la Ferrari dove merita, visto che storicamente si tratta di una delle Scuderie più importanti in circolazione. La Rossa, infatti, è l’unica squadra ad aver preso parte a tutti i Gran Premi della Formula 1 ed è anche quella con il maggior numero di record. La Ferrari ha ottenuto 15 titoli piloti, il primo fu conquistato nel 1952 da Alberto Ascari. Si registrano anche 16 titoli costruttori. Il pilota più vincente della storia della Ferrari è ancora oggi Michael Schumacher, che nel periodo in cui ha corso per la Rossa, tra il 2000 e il 2004, ha vinto ben 5 titoli consecutivi. 

L’ultimo mondiale vinto dalla Ferrari risale addirittura al 2007, quando a correre per lei c’erano Raikkonen e Massa. Da quel momento in poi, il dominio di Lewis Hamilton con la Mercedes non ha permesso alla Rossa di tornare a lottare per la vittoria finale. La stagione precedente Max Verstappen, pilota della Red Bull, è riuscito a spodestare il britannico all’ultimo giro e quest’anno chiaramente punta a bissare la vittoria. Secondo gli esperti, che studiano ed analizzano i dati, le statistiche e le quote sul campionato di F1, saranno Verstappen ed Leclerc a contendersi il mondiale fino all’ultima gara. Per ora emerge un testa a testa nelle probabilità di successo: per il trionfo finale del 2022, insomma, da parte delle Ferrari dovrà essere mantenuto un livello di affidabilità particolarmente alto. Proprio come fatto nelle prime gare.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano