10.5 C
Torino
giovedì, 23 Maggio 2024

Emergenza abitativa, sgomberata via Roccavione: il neonato è di nuovo senza una casa

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Non c’è pace per gli sfrattati di Torino. Dopo che dodici famiglie sono state sgomberate da via Spano, tra cui donne, bambini e un neonato, avevano occupato i vecchi bagni pubblici comunali della circoscrizione 5 in via Roccavione 11. Il dramma dei senzatetto costretti a prendersi spazi abbandonati dal comune, i bagni pubblici, e dai privati, la palazzina di via Spano, continua dunque. Neanche una settimana dall’occupazione dello stabile e la polizia interviene nuovamente.
All’interno di via Roccavione 11 c’era anche quel bambino di pochi giorni, figlio di una coppia di stranieri. Il bimbo come detto era nato proprio mentre la sua famiglia caricava il suo lettino e le sue cose su un camion perchè non avevano più una casa. Invece ora, lo sgombero vero e proprio. E a pochi giorni di vita è senza dubbio il più piccolo sgomberato di una città dove gli sfratti ormai sono all’ordine del giorno.
Il Comune si è già attivato, a quanto sostiene la polizia, per dare una assistenza a questa famiglia che in realtà nonostante gli appelli delle settimane scorse, le interviste al padre è finita nuovamente per strada. Con tanto di bebè.

 © RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano