10.4 C
Torino
lunedì, 20 Maggio 2024

Difficoltà di connessione e problemi audio ai processi : la fase 2 manda in tilt la giustizia a distanza

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Le difficoltà della giustizia a distanza si sentono tutte in questa prima settimana di Fase 2 anche per il Tribunale di Torino alle prese con udienze solo via web. 

E così accade che questa mattina l’apertura del processo per l’omicidio di Umberto Prinzi, trovato senza vita nel dicembre del 2018 sulla precollina torinese, diventa una corsa a ostacoli per via di alcuni inconvenienti tecnologici. A partire dai problemi di collegamento da remoto dell’imputato a cui non funzionava la connessione fino alla assenza quasi totale dell’audio. Trattandosi di un’udienza dedicata a questioni preliminari, la Corte d’assise ha deciso di proseguire ugualmente.

Mentre non sono mancate anche le proteste di un avvocato che si è presentato a Palazzo di Giustizia senza toga e ha rifiutato di indossarne una procurata sul posto per ragioni igieniche. 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano