19.4 C
Torino
venerdì, 21 Giugno 2024

“Dancing in New York”: al Teatro Astra spettacolo solidale per i Lions

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Uno spettacolo solidale per sostenere concretamente il progetto dei Lions Club torinesi in merito alla formazione di un cane guida per non vedenti: questo il senso dello spettacolo “Dancing in New York”, in scena martedì 31 gennaio alle 20,30 presso il Teatro Astra di Torino.

Il progetto “charity”, che prevede una raccolta fondi per sostenere la formazione completa di un cane guida per non vedenti presso il centro cani guida Lions di Limbiate (Mi), è stato ideato dal Lions Club Torino New Century con il contributo dei Lions Club Crocetta Duca d’Aosta, Valentino Futura, Cittadella Ducale, Europa, Risorgimento, Taurasia, Torino 2 e Torino Stupinigi.

«Questa iniziativa rappresenta per noi un modo tangibile di fare del bene – sottolinea Anna Trompetto, presidente del Lions Club New Century, vogliamo raccogliere fondi sufficienti alla formazione completa di un elemento fondamentale per la vita e l’indipendenza di un non vedente, un angelo custode che è davvero molto di più di un cane e che dà sicurezza a chi ha perso il bene prezioso della vista».

Lo spettacolo, ideato da Adriana Cava ed Enzo Scudieri, rappresenta un viaggio inedito e virtuale che accompagna il pubblico per le strade della “Big Apple”, ripercorrendo luoghi divenuti mitici come Central Park, Ground Zero, The Village, permettendo così agli spettatori di gustare i luoghi simbolo di questa metropoli divenuta icona della moda, delle arti e dell’avanguardia nel mondo.

Enzo Scudieri è un danzatore della compagnia diretta da Adriana Cava e insieme a lei ha firmato la regia e le coreografie dello spettacolo “Dancing in New York”. In passato, ha maturato numerose esperienze come danzatore sia in teatro che in tv, lavorando con Bejart Ballet Lausanne, Brian Bullard, AB Company, Segnale.it, Compagnia di Danza Il Gabbiano, Compagnia X Per, CorpusLab, Nichos Lagousakos.

Sfrecciando sulle rotaie di una immaginaria highline (ferrovia sopraelevata) lo spettacolo attraversa la città da “Down Town” ad “Up Town” svelandone gli angoli più nascosti, le magie, le bellezze sconosciute. Un racconto fatto di corpi danzanti che si muovono sulle note delle musiche che hanno reso New York indimenticabile.

«Sono davvero lieta di sostenere questo progetto solidale dei Lions Club torinesi, un’iniziativa utile e importante – spiega Adriana Cava, direttrice artistica della omonima compagnia -, con lo scopo primario di contribuire alla formazione di un cane guida per una persona non vedente. Vogliamo dare speranza e gioia al pubblico nonostante il periodo difficile che stiamo attraversando, dando spazio alla generosità».

Dal costante scambio di esperienze con grandi maestri e coreografi, Adriana Cava ha saputo creare un suo stile legato ad una particolare sensibilità alla musica jazz e rock più attuale: uno stile caratterizzato tanto da un elevato livello tecnico quanto da una grande espressività.

Fin dalla sua formazione la Adriana Cava Dance Company è stata fermamente determinata a valorizzare la jazz dance: la compagnia organizza ogni anno numerosi spettacoli in tourneè in Italia e all’estero, partecipando abitualmente alle rassegne e ai festival più importanti.

Composta da dodici ballerini stabili, la compagnia è spesso affiancata da etoiles internazionali, vantando importanti collaborazioni con coreografi quali Andrè De La Roche, Steve La Chance, Vinicio Mainini, Thierry Sirou e con protagonisti di importanti musical quali Fabrizio Voghera, Tania Tuccinardi, Ilaria De Angelis, Laura Ruocco e Antonello Angiolillo.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano